0 Condiviso 1256 Visto

Omicidio Barletta, un murales e un altarino per Claudio

BARLETTA- Al dolore si aggiunge il ricordo della comunità cittadina. Sono passati tre giorni dall’omicidio di Claudio Lasala, il 24enne di Barletta accoltellato venerdì sera e deceduto sabato mattina presso l’ospedale Dimiccoli. Dopo la fiaccolata di domenica, nel centro storico è spuntato un murales dedicato alla vittima, realizzato dall’artista barlettano Borgiac.

All’ingresso dei giardini del Castello Svevo, invece, è comparso un piccolo altare di preghiera con uno striscione dedicato a Claudio. In tanti, fin dalla sera della fiaccolata, si sono recati sul posto per ricordare il ragazzo, lasciando una candela accesa ma anche foto e messaggi personali.

Attesa, intanto, per gli sviluppi delle indagini. Le forze dell’ordine hanno sottoposto a fermo due ragazzi, il ventenne Michele Dibenedetto e il diciottenne Ilyas Abid, che sarebbero ritenuti i responsabili dell’omicidio. Il più piccolo dei due sarebbe l’esecutore materiale del delitto, mentre il ventenne avrebbe avuto una colluttazione con Claudio Lasala all’interno e successivamente all’esterno di un locale del centro storico. Durante il litigio, Abid sarebbe uscito dallo stesso bar dopo aver recuperato un coltello dal bancone, usandolo per colpire a morte il 24enne.

Dopo l’omicidio di Claudio, Barletta chiede verità, giustizia e controlli più intensi attraverso gli appelli delle associazioni culturali. Un percorso già avviato nel weekend, aspettando risvolti definitivi sulle responsabilità dell’accaduto.