0 Condiviso 242 Visto

Non è ‘falso cieco’, restituiti 150mila euro a pensionato

Il gip del Tribunale di Taranto, Pompeo Carriere, ha disposto l’archiviazione nei confronti di un 80enne di Maruggio che era stato indagato per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche ai danni dell’Inps, in quanto si sosteneva che l’uomo – visto in giro a fare la spesa – avrebbe percepito indebitamente per 17 anni l’indennità per cecità assoluta, pur non avendone diritto. I suoi legali, però, hanno dimostrato che l’anziano è affetto da un importante calo della vista che tuttavia gli consente una discreta autonomia. E il gip ha disposto la restituzione della somma di 154mila euro sequestrata lo scorso anno al pensionato dalla Guardia di Finanza. L’indagato – secondo quanto accertato dagli inquirenti – circolava autonomamente per le strade del paese, faceva la spesa e si soffermava perfino a leggere i cartelli pubblicitari. Gli avvocati Davide Parlatano e Dario Basile, difensori del pensionato, hanno fornito documentazione clinica che attesta come il loro assistito sia effettivamente affetto da un importante calo della vista che tuttavia gli consente una discreta autonomia di movimenti e indipendenza di vita, dimostrando che l’anziano aveva dunque diritto al sussidio per l’infermità. (ANSA).