Mafia: Catturato il super latitante Matteo Messina Denaro

Matteo Messina Denaro, boss di mafia latitante da 30 anni, è stato catturato dai Carabinieri del Ros. L’inchiesta, che ha portato all’arresto del capomafia di Castelvetrano (Tp), è stata coordinata da Maurizio de Lucia, procuratore di Palermo, e da Paolo Guido, procuratore aggiunto Matteo Messina Denaro sarebbe stato arrestato dopo un blitz all’interno di una clinica privata di Palermo, dove era ricoverato “per sottoporsi a terapie”.

Soprannominato “U siccu” e “Diabolik”, legato a Cosa nostra, era considerato tra i latitanti più pericolosi e ricercati al mondo. “Figlio d’arte”, il padre, don Ciccio”, fu capo della mafia trapanese.

Una latitanza record, dall’estate del 1993 dopo le stragi mafiose di Roma, Milano e Firenze. come quella dei suoi fedeli alleati Totò Riina, sfuggito alle manette per 23 anni, e Bernando Provenzano, riuscito a evitare la galera per 38 anni.