0 Condiviso 378 Visto

Lecce. Viabilità stadio, incontro in Prefettura, modifiche dalla prossima partita del 2 ottobre

LECCE –  In merito alla questione viabilità stadio dopo le multe nel corso dell’ultima gara casalinga del Lecce con il Monza e le relative polemiche, da domenica 2 ottobre, nella partita casalinga contro la Cremonese ci saranno cambiamenti, questo è quanto emerso dal vertice che si è svolto in Prefettura.

Le modifiche: riapertura delle uscite 7A per consentire l’accesso alla corsia esterna di viale Giovanni Paolo II attraverso l’imbocco in direzione Stadio della strada provinciale 364 San Cataldo-Lecce; la sosta autorizzata dei veicoli lungo la corsia esterna di viale Giovanni Paolo II in direzione centro città; la riapertura a senso unico in uscita dalla città di via Scrimieri, con sosta dei veicoli che vi faranno ingresso da viale Giovanni Paolo II. La corsia interna di viale Giovanni Paolo II resterà chiusa al traffico dalla rotatoria per il quartiere Kolbe. Va ricordato che un percorso alternativo per chi giunge dalla Tangenziale è rappresentato dall’uscita 8A, che consente di raggiungere i parcheggi di Settelacquare e Via Bari attraversando via della Cavalleria e Via Lodi. Assolutamente vietata la sosta lungo le rampe della tangenziale

La nota dell’U.S. Lecce:

In occasione della riunione della Commissione Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo tenutasi in Prefettura sono stati trattati ed esaminati tutti gli aspetti relativi alla viabilità circostante lo Stadio, anche alla luce delle criticità emerse nelle prime tre gare casalinghe di campionato. Si desidera esprimere la più sincera gratitudine alla Prefetta di Lecce Dott.ssa Maria Rosa Trio e al Vice Prefetto Vicario Dott. Antonio Giaccari per aver dato l’opportunità anche alla società U.S. Lecce, in un consesso monotematico, di confrontarsi con gli enti preposti, attenzionando le possibili misure migliorative del Piano di viabilità che sia in grado di rispondere alle esigenze di un’ampia e variegata utenza di pubblico proveniente anche dalle province limitrofe.

Partendo dal dato esperienziale di una stagione che vede il Lecce al 6° posto nella graduatoria nazionale per numero di abbonati (19.948) si ritiene che dalla collaborazione, dal confronto di idee e dall’impegno di tutti gli enti e soggetti coinvolti possano scaturire le misure più adeguate per la sicurezza e la viabilità in occasione delle partite di campionato.

Si ringraziano i rappresentanti della Questura e del Comune di Lecce, delle istituzioni e organi che hanno partecipato ai lavori della Commissione e si rinnova al contempo la massima collaborazione e impegno dell’U.S. Lecce in tutte le occasioni in cui, come accaduto in data odierna, sarà invitata ad offrire il proprio contributo.