Lecce, protesta degli studenti universitari: “Vogliamo una scuola più sicura e più diritti”

LECCE – Anche Lecce ha aderito alla giornata di mobilitazione nazionale “Ora decidiamo noi!” lanciata dall’Unione degli Studenti, diversi universitari hanno organizzato un presidio allo Studium 2000 per chiedere risposte al nuovo governo e alla regione in merito a più criticità riscontrate nelle scuole e nell’ università: partendo da un’edilizia più sicura e non classi pollaio come quelle attuali -hanno evidenziato-  poi più percorsi  formazione-lavoro, una mobilità sostenibile e gratuita e più corse serali degli autobus, oltre che investimenti sul Bando per i progetti studenteschi e interventi in tema di benessere psicologico.