0 Condiviso 316 Visto
Puglia Meteo
Cielo Sereno
15°C

Lecce | Coda: “Non fermiamoci ora”

A pochi giorni dalla sfida contro la Salernitana ha parlato il centravanti giallorosso che affronterà una squadra in cui ha militato.

PARTITA SPECIALE – Questa per me non sarà mai una gara normale. Ho vissuto due anni eccezionali e ancora oggi mi arrivano messaggi d’affetto da parte loro. A Lecce però abbiamo un obiettivo importante e non c’è spazio per i sentimenti, che rimangono forti”.

RECORD – Sicuramente raggiungere dei record fa sempre piacere, mi auguro però di farne qualcuno anche in Serie A oltre che in B. Mi piacerebbe poter andare più avanti possibile”.

ESULTANZA – Contro la Salernitana non posso esultare perché ho grande rispetto nei loro confronti. Non ho un esultanza particolare, con Gallo balliamo è qualcosa che deriva dai viaggi in macchina con Antonino”.

CORSA PER LA A –  Questo tipo di classifica me l’aspettavo già da tempo, durante il campionato ci siamo dati la zappa sui piedi. Ora abbiamo il vantaggio di poter pensare solo alle nostre partite, non dobbiamo guardare le altre e questo è molto importante. Pensiamo ad una gara alla volta”.

DOPPIO OBIETTIVO – “Se dovessimo raggiungere la Serie A e conquistare il titolo di capocannoniere sarebbe bellissimo, non ho pensato a qualcosa di importante per celebrarlo, ora però è presto per pensarci”.

I COMPAGNI OFFENSIVI –“Tutti hanno caratteristiche differenti, Pettinari è abile a liberare gli spazi, Rodriguez può decidere la partita in qualsiasi momento, mentre Stepinski attacca bene la profondità e difende il pallone. Ultimamente mi sto trovando molto bene con Pettinari”.

STIMOLI CORINI – Il mister è stato bravissimo quando le cose non andavano, non ci ha mai sovraccaricato di responsabilità, è stato molto abile perché ci ha dato grande serenità che ci ha permesso di mantenere la calma”.

FUTURO – Io voglio andare in Serie A, mi piacerebbe poter avere un opportunità così come è capitato a Caputo di potersi esprimere anche in massima serie. Penso che Lecce sia la piazza giusta per poterlo fare”.