0 Condiviso 508 Visto

La Zecca dello stato celebra la Puglia

Roma – I Trulli di Alberobello e un caratteristico muretto in pietra a secco pugliese, entrambi riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, un albero di ulivo, il Pumo di Grottaglie, uno dei prodotti più rappresentativi dell’artigianato locale, e in basso, un delfino. Sul rovescio, il pane di Altamura, le orecchiette, un ramo d’ulivo e un calice di vino. Nel giro e nel campo, elementi decorativi ispirati alla cattedraledella Basilica di San Nicola di Bari. C’è la Puglia in una piccola moneta che l’artista del Poligrafico e Zecca dello Stato Marta Bonifacio ha voluto raccontare. Ha un valore nominale di 5 euro, in versione Fior di Conio con una tiratura di 15000 pezzi. Una iniziativa sposata dalla fondazione Univerde che promuove la tutela del territorio.