Interfono in moto: consigli per gli acquisti

Condividi

Alcuni motociclisti sono convinti che un interfono contribuisca a distrarre dalla guida. In realtà chi prova questo accessorio si rende conto che è vero esattamente il contrario: la circolazione in strada diventa più sicura. Con il passare degli anni questo accessorio è andato incontro a una notevole evoluzione tecnologica che ne ha migliorato le caratteristiche e le prestazioni: i modelli iniziali, per esempio, potevano funzionare unicamente tra il pilota e il passeggero, e in ogni caso garantivano una qualità modesta del suono. Oggi la situazione è ben diversa, e si può arrivare a comunicare con altre tre moto beneficiando di un suono ottimale.

La novità IQAL

La tecnologia IQAL che è stata sviluppata da Interphone propone un ulteriore passo in avanti da questo punto di vista. IQAL è l’acronimo di Interphone Quality Audio Lab e si applica, per esempio, su Avant, il top di gamma: al fine di assicurare le prestazioni migliori dal punto di vista della ricezione dispone di un modulo Bluetooth doppio, che mette in comunicazione le une con le altre fino a 8 moto. Il dialogo non viene interrotto dalle eventuali indicazioni del GPS o della radio, che vanno in background, e in più si può usufruire della funzione dei comandi vocali.

Le nuove soluzioni di Interphone

Il prezzo di Avant Cellularline è di 299 euro, mentre chi vuole spendere qualcosa in meno può fare affidamento sul Tour, il top di gamma precedente, che costa 249 euro. Le caratteristiche sono simili, soprattutto per ciò che riguarda l’impermeabilità e l’autonomia della batteria, che assicura una durata di 20 ore. Prestazioni simili anche per il Connect e l’Active, interfoni che fanno parte della stessa famiglia e che si caratterizzano per l’identico aspetto estetico. L’Active, nello specifico, possiede un modulo Bluetooth singolo e garantisce una distanza utile fino a 1 chilometro, almeno in condizioni perfette. Questo interfono consente la comunicazione tra quattro moto e ha un prezzo di 199 euro. Costa 149 euro, invece, il modello base Connect, che è concepito per connettere solo il pilota con il passeggero della propria moto e proprio per questo motivo raggiunge una distanza di 10 metri.

Quale modello Cellularline scegliere?

In sintesi, è il modello Avant che si lascia preferire nel caso in cui non si abbiano limiti di spesa e si possa investire un budget consistente per l’acquisto di un prodotto di questo tipo. La ricarica completa avviene in due ore, ma già dopo un’ora si raggiunge l’80%. Tuttavia, venti minuti di ricarica sono sufficienti per un’autonomia di sei ore.

Le caratteristiche di Avant

Entrando nel dettaglio delle specifiche tecniche, la radio è in grado di selezionare le migliori frequenze a seconda delle zone e riceve da 988 mhz a 108. Inoltre, è possibile memorizzare fino a un massimo di 8 stazioni. Non solo si possono ricevere le chiamate, ma si può anche utilizzare il telefono per impostare l’interfono, grazie al dialogo con lo smartphone. La resistenza in stand by è di circa mille ore, mentre il genius pairing rende veloce la connessione con gli altri interfoni.

Dove fare acquisti per la propria moto

La ricerca di un interfono da acquistare su Internet non può che portare al catalogo di Yeppon, che propone un vasto assortimento di offerte Cellular Line decisamente vantaggiose. Esplorando la gamma di prodotti a disposizione in questo e-commerce non sarà difficile imbattersi nella soluzione più in linea con le proprie esigenze e approfittare di promozioni convenienti. Per ogni articolo è disponibile una scheda informativa che ne segnala le specifiche tecniche e le caratteristiche per un acquisto intelligente e consapevole.

(Messaggio promozionale a pagamento)

Nessun commento ancora

Lascia un commento