0 Condiviso 884 Visto

Il “Trenocelle” andriese a Trani per l’Afghanistan

Lo storico legame culturale tra Andria e Trani passa ancora una volta dall’arte culinaria, stavolta per uno scopo benefico. StarPops è uno dei nuovi templi del gusto sul lungomare Cristoforo Colombo. Adiacente allo stellato Casa Sgarra, anche il nuovo bistrot ha visto la luce grazie allo chef Felice Sgarra, che porta a Trani l’emblematico “Trenocelle” andriese, il gelato tipico della città federiciana. Anche per beneficenza. Parte del ricavato delle vendite sarà destinato alle popolazioni dell’Afghanistan che stanno attraversando le difficoltà del golpe talebano. Un’occasione per far sì che anche il territorio dia il suo contributo a chi è in difficoltà.

Save The Children è l’associazione al fianco di StarPops. L’iniziativa passa dal lavoro che lo storico marchio di solidarietà sta facendo in Medio Oriente da oltre 40 anni. I bambini dell’Afghanistan sono al centro del progetto benefico voluto dalla famiglia Sgarra. Dopo aver portato la sua idea culinaria di successo a Trani, lo chef Felice Sgarra sceglie la beneficenza attraverso il “Trenocelle” andriese e il suo nuovo bistrot.

Anche le istituzioni politiche cittadine supportano l’iniziativa di StarPops. Andria connessa ancor di più a Trani, che accoglie le eccellenze del territorio anche per una giusta causa. Presente all’evento anche il sindaco Amedeo Bottaro, che non ha nascosto il suo orgoglio. La città accoglie un progetto legato alle bontà della zona, ma fa da eco anche per un’iniziativa benefica di portata internazionale. «Spesso sono qui in veste non istituzionale – racconta il primo cittadino – ma oggi sono fiero di essere al fianco della famiglia Sgarra in veste di sindaco. Un legame forte tra la nostra città e la cultura del territorio, ma anche un cuore grande per chi non è stato fortunato come noi. Il progetto StarPops è già una garanzia di per sé, adesso c’è anche l’occasione per contribuire ad una giusta causa. Spero che la città risponda  al meglio».