Il Cerignola scaccia i fantasmi: Messina battuto 3-0

CERIGNOLA – Il Cerignola scaccia i fantasmi e torna al successo, battendo 3-0 il Messina al termine di un importante scontro diretto per la salvezza. In cronaca. Al 5’ arriva la prima conclusione della gara verso la porta: Neglia si accentra dalla sinistra e calcia, palla facile per Daga. Clamorosa occasione per l’Audace al 16’, Sainz Maza trova il liberissimo Achik che manda alto da posizione ravvicinata. Al 19’ risponde il Messina, la conclusione di Marino finisce larga. Il vantaggio arriva alla mezz’ora esatta di gioco: contropiede perfetto di Neglia che entra in area e trova la parata di Daga, sulla respinta Achik questa volta non perdona trovando il suo primo gol da professionista. La chance del raddoppio ce l’ha Neglia che, dimenticato dalla retroguardia biancoscudata, calcia verso la porta trovando la risposta dell’attento Daga. La ripresa: al 56’ Botta si addormenta regalando palla a Catania che però non finalizza la ripartenza calciando in curva. Al 63’ filtrante di Achik per Malcore che brucia la difesa avversaria ma trova un ottimo Daga in uscita. Il Cerignola raddoppia al 72’: Russo entra in area servendo Tascone che manda in porta D’Andrea, l’attaccante appena entrato deve solo appoggiare in rete. Il Messina reagisce, al 73’ dopo un batti e ribatti Konate ci prova in acrobazia sfiorando lo specchio della porta. Al 76’ Malcore resiste alla carica dei difensori avversari ma non riesce ad impensierire Daga. All’83’ il direttore di gara estrae il cartellino rosso ai danni del tecnico gialloblù Pazienza, reo di aver protestato in maniera eccessiva. All’89’ Fofana atterra Tascone in area, per l’arbitro ci sono gli estremi del penalty: dal dischetto Malcore è freddissimo, 3-0 e gara in ghiaccio. L’Audace torna a muovere la classifica, ottenendo un’importante vittoria, contro una diretta concorrente, che ridà entusiasmo alla piazza dopo due settimane difficili.

IL TABELLINO

Audace Cerignola – Messina 3-0

Audace Cerignola (4-3-3): Saracco; Botta (20’st. D’Ausilio), Ligi, Blondett, Russo; Bianco (14’st. Capomaggio), Tascone, Sainz Maza (41’st. Ruggiero); Neglia (20’st. Gonnelli), Malcore, Achik (20’st. D’Andrea). A disp. Fares, Trezza, Olivera, Inguscio, Farucci, Langella, Vitali. All. Pazienza.

Messina (3-4-3): Daga; Trasciani, Ferrini, Filì (24’st. Napoletano); Versienti (21’st. Konate), Marino, Fiorani (34’st. Fofana), Fazzi; Balde (21’st. Grillo), Catania (34’st. Zuppel), Curiale. A disp. Lewandowski, Angileri, Berto, Mallamo, Iannone, Camilleri. All. Auteri.

Arbitro: Angelucci di Foligno.

Marcatori: 30’pt. Achik (C), 27’st. D’Andrea (C), 45’st. Malcore rig. (C).

Note: ammoniti: 22’pt. Fiorani (M), 35’pt. Fazzi (M), 23’st. Ligi (C). Espulso: 38’st. Pazienza (C).