Ostuni, guida spericolata con a bordo la droga: arrestato presunto pusher

OSTUNI – Guida spericolata sulla Statale 379 con a bordo oltre 2 chilogrammi di cocaina, mentre altri due chili erano nascosti in un garage. È un “colpo grosso” quello inferto al mercato della droga da parte degli agenti di polizia del commissariato di Ostuni diretto dal vice questore aggiunto Andrea Toraldo che, sabato scorso, di pattuglia sulla Statale 379, hanno controllato due auto già notate zigzagare ad alta velocità e a mo’ di “staffetta” sull’arteria.

Il fiuto degli agenti è stato premiato. Su un mezzo non è stato trovato nulla, ma sulla seconda auto i poliziotti hanno rinvenuto due panetti di cocaina da 2.2 chili, occultati nel sottofondo del portabagagli. A quel punto, gli agenti hanno voluto approfondire le indagini, perquisendo un box in uso al conducente dell’auto “corriere”. Nel garage del sospetto c’era altra sostanza stupefacente, questa volta un panetto di hashish, per altri due chili di droga rinvenuti.

Droga in Statale: arresto e sequestro

All’ovvio sequestro di “coca”, “fumo” e smartphone, i poliziotti, come disposto dal pm, hanno arrestato il presunto pusher, originario di Ostuni,  condotto in carcere con l’accusa, come sempre tutta da dimostrare, di detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. Nei guai  anche il conducente e il passeggero del secondo mezzo controllato: per loro, pure loro originari della Città Bianca, è scattato il deferimento in stato di libertà.

 

L’operazione si inserisce nel più vasto servizio disposto dal questore di Brindisi Annino Gargano finalizzato al contrasto e alla repressione dei fenomeni legati allo spaccio e all’uso di droga.