Gli investimenti vincenti nel 2020

Condividi

Gli investimenti che si preannunciano più convenienti per i mesi a venire si fondano in particolare sulle nuove tecnologie, protagoniste di una costante evoluzione che incide sulle nostre vite quotidiane ma che si protrarrà anche sul lungo periodo. I settori in crescita sono numerosi e in grado di garantire sicurezza: ogni step non è altro che un’implementazione di quello che già esiste. Il rischio di ritrovarsi alle prese con una bolla finanziaria può essere evitato quasi sempre se le materie di investimento vengono usate in modo corretto. In più, c’è da tenere conto di una maggiore accessibilità all’informazione, senza dimenticare che oggi il profilo degli investitori medi delinea una figura conscia delle proprie capacità e razionale, ma anche scrupolosa e attenta agli obiettivi da raggiungere.

Gli investimenti nel mattone

Quello degli immobili, come scrivono su Investireinborsa.org, è sempre stato un mercato caratterizzato da molteplici oscillazioni. Questo vuol dire che ci sono dei periodi nei quali investire negli immobili è altamente consigliabile. A partire dalla crisi dei mutui subprime si è registrato un calo costante del prezzo del mattone. Oggi si può decidere di investire sugli immobili sia a breve termine che sul lungo periodo: nel primo caso comprando, per esempio, un immobile a prezzo ridotto all’asta per poi rivenderlo a prezzo di mercato; nel secondo caso comprando un immobile in cui non si andrà ad abitare ma che sarà dato in affitto in modo da ottenere una rendita. Di certo, anche in periodi di alti e bassi, il mattone è fonte di sicurezza, a patto che si studino con attenzione le posizioni strategiche e la logistica.

L’assistenza degli anziani

Non deve sorprendere che nel novero delle occasioni di investimento che possono essere colte nel 2020 ci siano anche quelle relative all’assistenza degli anziani. In questo settore sono in arrivo nuove tecnologie, con strumenti e macchinari sempre più avanzati, protagonisti già da diversi anni di una evoluzione che non accenna ad arrestarsi. D’altro canto i numeri parlano chiaro, se è vero che entro il 2020 le persone con più di 60 anni rappresenteranno più di un quinto della popolazione mondiale, come indicato dalle stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Ma anche adottando uno sguardo a raggio più ridotto si può capire quanto questo settore sia destinato a generare rendimenti: si stima che tra il 2016 e il 2026 la domanda di assistenza aumenterà di quasi il 50%. Il nostro Paese è molto coinvolto in questo scenario: più di 1 italiano su 3 è over 60. La tecnologia può riguardare non solo l’assistenza domiciliare, ma anche la sicurezza, i dispositivi elettromedicali e la mobilità, sia esterna che interna. Insomma, investire in questo settore non è un’idea da scartare.

La sicurezza online

C’è anche un altro mercato che si renderà protagonista di una ascesa inarrestabile: è quello della cyber sicurezza. In effetti le applicazioni potenziali sono numerose: la prevenzione di truffe virtuali e la protezione delle informazioni sui social network, per esempio, ma anche lo spionaggio industriale e la tutela dei dati confidenziali. Più in generale, la sicurezza e la tracciabilità delle transazioni su Internet sono aspetti di fondamentale importanza tanto per gli enti istituzionali quanto per le aziende private: tanti attori che non possono fare a meno di puntare su sistemi di sicurezza efficienti e avanzati. Se è vero che tra il 2018 e il 2019 il numero di crimini informatici in tutto il mondo è aumentato di quasi il 40%, appare evidente il motivo per il quale questo è uno degli ambiti da valutare per potenziali investimenti.

La realtà virtuale

Rimanendo sempre in tema di tecnologia è bene ricordare anche le tante potenziali applicazioni della realtà virtuale, dalla medicina alla formazione, passando per gli addestramenti militari. La realtà virtuale è destinata a essere integrata in modo sempre più efficace con i sistemi di realtà aumentata, e così sarà in grado di garantire informazioni e contenuti con un livello di dettaglio sempre maggiore. La tecnologia VR potrà crescere in parallelo con la velocità della Rete, che a sua volta dipende dalla connessione 5G: se in passato è stata collegata quasi unicamente al settore dei videogiochi, oggi la tendenza è per uno scenario molto più sfaccettato.

La connessione 5G

E proprio il 5G è l’ultimo ambito su cui conviene concentrarsi in previsione di investimenti vincenti. Il gaming e la formazione a distanza, così come l’Internet delle cose, sono esempi di applicazioni dell’alta velocità di Internet. Negli Stati Uniti e nel Regno Unito il 5G è una realtà già consolidata, mentre nel nostro Paese le prospettive sono quelle di uno sviluppo sul lungo termine. La connessione rapida servirà ad assicurare comunicazioni più veloci e più snelle, sia per scopi ludici che per finalità professionali: basti pensare alle videocall e allo streaming, che potranno vantare standard di qualità molto più alti.

Nessun commento ancora

Lascia un commento