0 Condiviso 1942 Visto

Putignano, rapinati e feriti due fratelli. Ma blocanno il rapinatore e lo fanno arrestare

PUTIGNANO- Con passamontagna hanno scassinato la serratura di una finestra sul retro e si sono intrufolati in una villetta, ma i due fratelli sono rientrati e li hanno colti sul fatto. È iniziata una colluttazione, uno dei ladri brandeggiando un cacciavite ha ferito più volte i due proprietari di casa, l’altro è fuggito: ora è caccia al complice per i carabinieri di Putignano che hanno messo ai domiciliari un 40enne di origine albanese.

È accaduto nella serata di ieri, 17 novembre, quando i militari hanno ricevuto l’allarme dai proprietari di una villetta alla periferia di Putignano, dove due ladri sono riusciti a entrare in casa dopo aver forzato una finestra posta sul retro dell’immobile.

Si è scatenata una violenta aggressione, durante la quale uno dei due ladri ha più volte ferito con un cacciavite le vittime che comunque, nonostante i fendenti ricevuti, sono riuscite prontamente a reagire e a bloccare l’uomo.

Immediato l’intervento dei militari della stazione carabinieri di Putignano che giunti sul posto hanno quindi ammanettato e arrestato l’uomo, 40enne, di nazionalità albanese. Nel corso dell’aggressione i due fratelli hanno riportato gravi lesioni e, affidati alle cure del personale dell’ospedale Santa Maria degli Angeli, sono stati giudicati guaribili in oltre 15 giorni. Anche il rapinatore ha dovuto ricorrere alle cure mediche.

Nel corso delle successive operazioni sono stati sottoposti a sequestro un paio di guanti in lattice, uno scaldacollo, un cacciavite, e la chiave di un’autovettura. Contestualmente, si è proceduto alla perquisizione presso l’abitazione di residenza dell’arrestato, ubicata in Santeramo in Colle dove sono stati trovati ulteriori arnesi da scasso, flessibili e ricetrasmittenti. Arrestato per rapina in abitazione e lesioni personali aggravate, il 40enne, incensurato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.