0 Condiviso 318 Visto

Puglia, il ruolo del Farmacista ospedaliero: convegno in corso

Santa Maria di Leuca- Un ricco programma quello pensato per il Convegno FARMACIA CLINICA: 10 ANNI DI ESPERIENZA DELL’AZIENDA OSPEDALIERA CARD. G. PANICO, organizzato in occasione dei dieci anni dall’inaugurazione dell’ Ufa ( Unità farmaci antiblastici).

L’evento in corso e che proseguirà il 24 settembre, presso la Sala Conferenza del Centro Dialisi Santa Marcellina dell’Ospedale Panico, Castrignano del Capo- Santa Maria di Leuca vede una collaborazione fattiva e diretta con la dott.ssa Emanuela Omodeo Salé, Direttore di Farmacia dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano e del Centro Cardiologico Monzino. I due enti d’eccellenza infatti da oltre 15 anni collaborano in modo proficuo.

In contiguità con il progressivo aumento delle terapie onco-ematologiche,molto costose, si evidenziò immediatamente la necessità di istituire un organo che potesse razionalizzare e gestire il personale, le tecnologie, la gestione delle terapie con i relativi livelli qualitativi ottimali.

E’ stata proprio la raggiunta centralità delle terapie oncologiche a permettere la creazione di un team multidisciplinare in grado di condividere tematiche e criticità, nonchè trovare la via migliore per l’attuazione e l’espletamento delle migliori cure rafforzando lavoro e sinergie tra singoli professionisti,in particolare tra medico oncologo, ematologo e farmacista. Il lavoro gestito in questo modo e con il supporto di sistemi informatici, ha permesso di implementare il numero di preparazioni personalizzate fino ad arrivare a 200 al giorno.

Oggi il ruolo del farmacista ospedaliero e dei servizi farmaceutici territoriali all’interno del nuovo modello assistenziale e completamente mutato e sempre in via di evoluzione ed il paziente stesso assume un ruolo sempre più centrale nel percorso del farmaco ospedaliero. Il farmacista stesso interviene in ognuna delle fasi che caratterizzano il percorso del farmaco in ospedale. Fine primario è quello di ridurre il più possibile la durata delle degenze del paziente ospedaliero, abbassare il costi nonchè ridurre il rischio clinico, limitando al massimo gli errori in terapia.
L’evento è stato organizzato e promosso dalla Segreteria organizzativa e Provider ECM del congresso Motus Animi.