0 Condiviso 1839 Visto

Eccellenza, Gallipoli-Sava: 2-1 (12-11 d.c.r.)

Gallipoli – Sono serviti 26 calci di rigore per decidere chi tra Gallipoli e Sava doveva passare il turno nella Coppa Italia d’Eccellenza, la spuntano i giallorossi grazie alla realizzazione di Hunt che nella prima serie si era fatto fermare per due volte dal portiere Maraglino. Sono gli ospiti a renersi subito pericolosi con D’Arcante che porta i primi problemi alla porta di Russo con un pericoloso colpo di testa. Il Gallpoli però è ben messo in campo e riesce a portarsi in vantaggio grazie alla marcatura di Medina che sugli sviluppi di un calcio d’angolo è il più lesto a battere l’estremo difensore avversario. Il Sava ci mette un po’ a riorganizzarsi le idee e bisogna attendere il primo minuto di recupero per vivere un’emozione con De Gregorio che mette i brividi a Russo.

YouTube player

 

SECONDO TEMPO. Nella ripresa gli uomini di oliva partono forte con Santomasi che prima si rende pericoloso con una bella conclusione, poi al 49’ il centravanti giallorosso sfugge in velocità alla difesa del Sava supera il portiere e ribadisce in rete il portiere del momentaneo 2-0. Tutto sembrava essersi messo sul binario giusto per il Gallipoli che invece abbassa il suo baricentro e permette al Sava di trovare il gol che allunga la partita. Quarta viene atterrato in area di rigore per il direttore di gara non ci sono dubbi è calcio di rigore che viene realizzato da D’arcante.

RIGORI INFINITI. Una rete che ha acceso gli animi dell’icontro, ma che non ha visto nuove marcature fino all’incredibile serie di calci di rigore, composta da 26 tentativi di realizzazione, in cui non sono mancati i momenti di suspace, alla fine dopo le realizzazioni dei due portieri è decisivo l’errore dal dischetto di D’Aracante che permette ai giallorossi di passare il turno in un partita che rimarrà storica.