0 Condiviso 615 Visto

Droni, fuoristrada e moto: la Polizia locale a caccia di abusi edilizi a Mesagne

MESAGNE- “Droni e maggiore dinamicità in presenza sul territorio e in città di agenti di polizia locale: è la sintesi di una maggiore azione tecnico operativa imposta dal comando in virtù dell’aumento di segnalazioni, sia sotto firma di denunce che di esposti, che numerosi giungono al Comune o al Comando” dice in una nota Teodoro Nigro, comantante della Polizia locale di Mesagne.

“Cantieri edili, sversamenti di rifiuti e transito di veicoli speciali su strade secondarie dove vige il divieto di transito, lesione dei rapporti di vicinato, sono le ipotesi a cui si sta lavorando con intensità.  Utilissimo il drone in dotazione alla polizia locale. Funzionale la velocità di spostamento della pattuglia di motociclisti.  Utile, poi, il nuovo fuoristrada da poco in dotazione con telecamera gps, in quanto la maggior parte dei cantieri o delle opere edilizie si trova in zona rurale spesso ai confini territoriali con comuni confinanti”.

Diverse sono le denunce giunte al comando di Polizia locale che in questi giorni sta procedendo, anche in collaborazione con i carabinieri della locale stazione, ad alcune ispezioni per edifici difformi, totalmente e parzialmente, dai titoli concessori posseduti.

“Rimane diffusa l’abitudine di costruire, in profondità, piscine prive delle autorizzazioni comunali ovvero rotture di sedi stradali, con scavi, per attraversamento di tubi atti all’irrigazione di fondi privati.  Tutte azioni e condotte di soggetti privati illegittime e contro legge, ovvero in palese lesione delle più elementari norme di convivenza. I controlli proseguono, complice le discrete condizioni meteo che, parrebbe, favoriscono i lavori edili” conclude il comandante Nigro.