0 Condiviso 443 Visto

Lecce, consigliera Povero: “Sarà un 8 marzo peggiore degli altri”

Lecce- La giornata internazionale della donna, ricorre l’8 marzo di ogni anno per rievocare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne e come migliorarle. Tuttavia,quest’anno, la giornata celebrativa ricorre in un momento di notevole criticità ed è qui che dobbiamo concentrarci. “Sarà un 8 marzo peggiore degli altri, perché la pandemia ha costituito un moltiplicatore,rivelando ancora più manifestatamente la disuguaglianza strutturale della condizione femminile, della precarietà in tutti gli ambiti della vita.” Commenta Paola Povero Consigliera Comune di Lecce Consigliera Provincia di Lecce, “Sono le donne ad essere state schiacciate doppiamente dal lavoro di cura e dallo smart work ing,sono le donne che hanno pagato i costi del lavoro. Per non parlare della guerra in Ucraina, come donne dobbiamo condannare tutto ciò che sta avvenendo. Guerra significa violenza, povertà, sfollamenti forzati, vite spezzate, insicurezza e mancanza di futuro. Tutto ciò è inconciliabile con i valori e gli obiettivi di civiltà, la guerra intensifica le disuguaglianze di genere e mette un freno alle conquiste per i diritti umani. Se le attenzioni e i timori, in questo momento, si concentrano sugli aspetti umanitari e sugli effetti diretti della guerra, le preoccupazioni per le conseguenze su economia e lavoro non possono essere messe in secondo piano. Mai come in questo momento c’è bisogno delle donne.Del loro contributo al rilancio del nostro sistema economico, della loro capacità di affrontare i momenti di crisi e i problemi in modo creativo,del loro senso pratico, della loro intraprendenza. Di questo ho voluto parlare, perché l’8 marzo è tutti i giorni e non c’è bisogno di una data sul calendario per ricordare e celebrare.” Conclude La consiglierà Povero.