Coronavirus | Lopalco, medici sentinella per evitare contagi

Condividi

"Sentinelle del Coronavirus" per evitare la seconda ondata di contagi. E' la soluzione dell'epidemiologo Pierluigi Lopalco, capo della task force pugliese, che annuncia in Puglia "circa 200" medici-sentinella. "Se avessimo potuto sapere a dicembre - spiega - che il virus era già arrivato in Italia, l'ondata pandemica avrebbe avuto tutto un altro aspetto e forse avremmo potuto evitare il lockdown. E' quello che serve ora per evitare una seconda ondata: sorvegliare attentamente il territorio. Fra le varie armi a disposizione c'è anche la tecnica della sorveglianza sentinella". Di che cosa si tratta? "Un campione di medici di medicina generale e pediatri di libera scelta che si offrono di segnalare tutti i casi di febbre che vengano alla loro osservazione e di cui non si sia fatto diagnosi di conferma. Proprio fra questi casi di febbre a causa non nota potrebbe nascondersi il coronavirus. Il ruolo di questi medici è di fornire una linea di base su cui eventualmente individuare segnali di picco di febbre in un certo territorio che potrebbe corrispondere ad una circolazione virale sospetta".

Nessun commento ancora

Lascia un commento