Coronavirus | Emiliano: “Siamo nella seconda ondata, macchina mobilitata”

Condividi

"Abbiamo dato disposizione di mobilitare e rafforzare i dipartimenti di prevenzione, esattamente come abbiamo fatto qualche mese fa nella "fase 1" con gli ospedali": la seconda ondata del virus c'è e la Regione punta a farsi trovare pronta. I numeri sono in rialzo e, nelle prossime due-tre settimane il numero di contagi dovrebbe allinearsi a quello degli altri Paesi Europei in questa fase, fa sapere il capo della giunta Michele Emiliano, al termine della riunione operativa per il rafforzamento della macchina. Quelli dell'ultimo bollettino fanno segnare quota 47 nuovi positivi e nessun decesso nel Barese, con 3.161 test. “siamo perfettamente in sicurezza e la nostra capacità di gestire una pandemia è testata da una esperienza lunga, da ore e ore di un lavoro comune”, rassicura il Capo della Giunta. La differenza, in compenso, starà nella gestione degli ospedali, che dovranno continuare a lavorare anche per la sanità ordinaria. “E il resto della società dovrà continuare a vivere”, spiega il Governatore. Primo riferimento, alla riapertura delle scuole, sull'asse Bari – Roma, come sul nodo trasporti. In caso di riempimento di uno scuolabus, si deve predisporre un tempo al massimo di 15 minuti per il contatto stretto": il percorso dei ragazzi sullo scuolabus alla massima capienza deve essere inferiore al quarto d'ora, fa sapere il coordinatore del comitato tecnico – scientifico Miozzo.

1 Risposta

  1. Sullo scuolabus massimo 15 minuti.... Ma di chi è composto il comitato tecnico scientifico? Siamo nella seconda ondata??? MA SMETTETELA CON QUESTO TERRORISMO. A breve uscirà la verità e saranno uccelli per diabetici

Lascia un commento