0 Condiviso 314 Visto

+++Collegio di Garanzia del Coni dice si al Cerignola+++

Il Collegio di Garanzia del Coni dice ancora si al Cerignola. il ricorso del club ofantino è stato accolto. La società pugliese dopo la bocciatura del Consiglio Federale della Lega ha ottenuto l’insperato risultato grazie alla difesa dell’avvocato Di Cintio ha ribadito le ragioni dell’Audace, rivendicando gli investimenti fatti sul “Monterisi” ed evidenziando problematiche analoghe agli stadi di altre formazioni poi ammesse al campionato di Serie C. Il club pugliese potrà dunque prepararsi per il prossimo campionato di serie C, girone C, che ad oggi conterebbe 21 squadre. “La nostra difesa è stata eccellente, mentre in Federazione si sono arrampicati sugli specchi”,ha commentato il sindaco di Cerignola Franco Metta subito dopo gli interrogatori romani. Il primo cittadino cerignolano, nei giorni scorsi ha denunciato con l’accusa di abuso di potere il presidente della Lega di serie C Francesco Ghirelli, presente alla cerimonia dei calendari di serie C, proprio quando i tifosi e lo stesso sindaco avevano occupato un tratto dell’autostrada A14 come forma di protesta dopo l’esclusione dal ripescaggio. Ora si attendono le motivazioni che saranno pubblicate nelle prossime ore. Ghirelli ha gia’ detto che rispetta le decisioni delle istituzioni. Cosa vorra’ dire? Rinuncera’ al Tar per non andare contro la sua stessa giustizia scomodando di fatto quella ordinaria?Lo scopriremo in questi giorni, fatto sta che comunque vada la serie C ne esce anche quest’anno con le ossa rotte, altro che capolavoro organizzativo. Il mito delle 60 squadre sta scricchiolando inesorabilmente.