0 Condiviso 1927 Visto

Cittadella passa al Via del Mare, Lecce fuori da Coppa Italia

Il Lecce è fuori dalla Coppa Italia. Il Cittadella passa al Via del Mare, in rimonta e dopo i tempi supplementari, guadagnando la qualificazione ai sedicesimi e attende di conoscere la prossima avversaria, una tra Palermo e Torino. Dopo un primo tempo avaro di gol e grosse occasioni, ma con gli ospiti più pericolosi, a inizio ripresa il Lecce sblocca lo 0-0: al 61’ è Strefezza a firmare l’1-0 finalizzando un preciso assist di Di Francesco. Al 73’ il Cittadella pareggia con l’ex Asencio che di testa batte Falcone. Si va ai supplementari e tra il 93′ e il 100′ sale in cattedra lo spagnolo Tounkara, che prima realizza il 2-1 con una conclusione dal limite, poi cala il tris su azione d’angolo. Prima dell’intervallo, una zampata di Colombo batte Kastrati ridando un po’ di fiducia al Lecce, che però non riesce a riequilibrare il match nonostante il forcing finale. Sui piedi di Colombo capita la palla del 3-3, ma l’ex attaccante della Spal si divora la doppietta. Finisce tra la delusione e i fischi dei tifosi giallorossi.

LECCE-CITTADELLA 2-3 dts

RETI: 61’ Strefezza (L), 73′ Asencio (C), 93′ Tounkara (C) 100′ Tounkara (C), 106′ Colombo (L’.

LECCE (4-3-3): Falcone; Gendrey (1’pts Calabresi), Dermaku (21’pt Baschirotto), Blin, Gallo; Bistrovic (22’st Gonzalez), Helgason (5’pts Di Mariano),  Hjulmand; Di Francesco (22’st Listkowski), Ceesay (22’st Colombo), Strefezza. All. Baroni.

CITTADELLA (4-3-1-2): Kastrati, Perticone, Antonucci (1’sts Icardi), Frare, Vita (27’st Carriero), Donnarumma, Branca (40’st Mastrantonio), Lores Varela (19’st Beretta), Danzi (27′ Pavan), Cassandro, Asencio (40’st Tounkara). All. Gorini.

ARBITRO: Miele di Nola

AMMONITI: Frare, Donnarumma, Perticone (C); Gonzalez (L).