0 Condiviso 845 Visto

Brindisi | “Sfiamma” il Petrolchimico, il sindaco: “superato ogni limite”

Ancora una sfiammata dalla torcia del Petrolchimico di Brindisi, poco prima della mezzanotte, con cittadini spaventati che, sui social, hanno raccontato paura e rabbia. “sembrava un terremoto”, hanno scritto in molti. E per il sindaco Riccardo Rossi, la misura è colma.

“Si è superato ogni limite, la città di Brindisi e i suoi cittadini – attacca il primo cittadino – non possono più sopportare tali situazioni che pongono a repentaglio la salute e l’immagine della città. Dapprima le manutenzioni straordinarie che dovevano chiudersi a luglio, invece ripetutamente la torcia torna a sfiammare, visibile a decine di chilometri di distanza. La presenza dello stabilimento va posta a questo punto in discussione con il gruppo Eni e con il Governo. Non siamo figli di un Dio minore, non possiamo essere condannati per il lavoro a subire tutto ciò, in una città che ha diritto a vivere. Da domani le spiegazioni non sono più sufficienti, dopo il carbone occorre pensare al futuro senza torce”.