0 Condiviso 434 Visto

Bisceglie, quarto risultato utile di fila. Cerofolini imbattuto da 3 gare

Non sembra avere più intenzione di fermarsi il Bisceglie di mister Vanoli, che, dopo aver imposto a sorpresa la sconfitta al quotatissimo Catanzaro, torna a casa da Monopoli con un punticino prezioso che profuma tanto di salvezza. Quint’ultima posizione in classifica consolidata, complici anche le contemporanee sconfitte di Rieti e Siracusa, quota 27 punti raggiunta e vantaggio di 15 lunghezze sulla Paganese penultima conservato.

Le buone notizie sono diverse, ma a spiccare è in particolar modo il dato relativo al rendimento difensivo: la squadra nerazzurra concede poco e subisce ancora meno; 311 minuti consecutivi senza incassare un gol, figli di quasi tre partite e mezzo con la porta inviolata. Un qualcosa di mai accaduto in più di un anno e mezzo di C. Per trovare menzione dell’ultima rete messa a segno da un avversario, bisogna tornare indietro al minuto 49 di quel Bisceglie-Rende vinto in rimonta per 2-1, quando Actis Goretta infilò Cerofolini su calcio di rigore; ancora più lontano nel tempo l’ultimo gol subito su azione, risalente al 75esimo della trasferta sul campo della Sicula Leonzio, 375 minuti fa.

Numeri che certificano una tendenza inequivocabile: la fase difensiva con Vanoli funziona alla grandissima. E i quattro clean sheet collezionati fin qui da Cerofolini hanno già eguagliato i quattro raccolti in tutto il girone di andata da Crispino.