Basket B/M: CJ Taranto, prova di forza con Teramo

Non c’era modo migliore per il CJ Basket Taranto che festeggiare il giorno dell’Immacolata regalandosi e regalando al proprio pubblico del Tursport una bella vittoria. È successo contro la Teramo a Spicchi nel posticipo dell’undicesima giornata del campionato di serie B Old Wild West 2022/23 giron a Successo meritato per i rossoblu che fa il paio con quello di pochi giorni fa a Corato. Taranto, ancora senza Conte e con Graziano a mezzo servizio, ha condotto davanti un testa a testa all’interno di una partita equilibrata, non perfetta da parte di entrambe le squadre. Il CJ ha saputo fronteggiare al meglio lo sliding doors della partita quando a fine 3° quarto Teramo ha operato il sorpasso andando a +4. Il timeout di coach Olive ha resettato tutto rimandando in campo un Taranto che ha saputo ribaltare la partita a suo favore come evidenzia il break di 26-10 maturato nei successivi 13 minuti finali. Ai soliti Bruno (15pti), Corral (15), Villa (14), questi ultimi che hanno flirtato con la doppia cifra (9 rimbalzi per il pivot, 9 assist per il play), Cena (11) grandissimo il contributo del giovanissimo Luca Sampieri, 11 punti, la prima doppia cifra della sua carriera in serie B, conditi da 4/6 da due, 1/1 da tre, 6 rimbalzi e 3 assist.

Coach Olive conferma il quintetto delle ultime uscite in contumacia capitan Conte, con Piccoli in starting five con Cena, Corral, Villa e Bruno. Coach Gabrielli risponde con Vigori, Perin, Galipò, Cianci e Calbini.

Inizio abbastanza spettacolare più per demerito delle difese che per meriti degli attacchi che comunque producono un buon showtime, nei sottomani di Cena e Vigori, nelle triple su scarico di Bruno e Perin e ancora le schiacciate di Corral e Calbini. Sul punteggio di perfetta parità, 9-9 a fare la differenza la seconda tripla di Perin su cui coach Olive chiama timeout per registrare l’atteggiamento un po’ “moscio” dei suoi. Si riparte sulla stessa lunghezza d’onda, tripla di Villa e Cianci, poi Corral e Perin per un equilibrio che resta invariato fino al suono della sirena sul canestro del neoentrato Sampieri, 23-22.

C’è anche il neoacquisto Casoni in campo tra le fila di Teramo ma è Sampieri a fare la differenza segnando un altro canestro, l’unico dei primi 3’ del secondo quarto in completa controtendenza con quelli del primo parziale. Taranto ha però il merito di sbagliare di meno, anzi di segnare di più, come col +5 di D’Agnano. Le triple di Perin e Bruno non cambiano la sostanza, cosa che riesce invece a Villa e Corral che fanno volare Taranto sul +9. Sul più bello però il CJ si siede sugli allori, allenta l’intensità e forza un po’ troppo, Teramo così con qualche libero di Calbini, un canestro di Cianci rientra in carreggiata. Coach Olive intanto rigetta nella mischia dopo quasi un mese di assenza Mattia Graziano che lo ringrazia con una tripla che però non ferma la rimonta della TSP che con la tripla di Guastamacchia chiude a -3 all’intervallo, 43-40.

Al rientro in campo, Taranto resta con la testa per un po’ negli spogliatoi. Dopo il canestro di Cena infatti i rossoblu si inceppano. Teramo ne approfitta e sull’asse Galipò-Cianci ribalta il punteggio con un break di 6-0. Le due triple di Bruno sono provvidenziali anche se ora Teramo è in fiducia e risponde colpo su colpo anzi sul pari a 51 va a +4 con due canestri in fila di Calbini. Coach Olive chiama time out e striglia un po’ i suoi. Che ancora una volta rispondono presente sul parquet dapprima con una tripla di Cena, poi con l’azione da 2+1 di Piccoli che mandano Taranto all’ultimo quarto avanti di due lunghezze, 61-59

C’è anche Sampieri in campo e si vede. L’under è on fire, segna un canestro che fa male alle convinzioni di Teramo e si fa trovare pronto, sia a rimbalzo sia nel servire Cena sul ribaltamento per il +6 che stavolta costringe coach Gabrielli al timeout. Ma l’inerzia della partita è tutta nelle mani di Taranto. Lo si capisce quando Villa mette la classica tripla “from downtown” per il +10 per poi servire Corral che schiaccia il +12 che vale anche come punto esclamativo sulla vittoria del CJ a 3’ dalla fine. La TSP ci prova fino alla fine, rientra a -8 con Perin ed è in quel momento che l’mvp della partita Sampieri mette in retina la tripla che fa vibrare tutto il Tursport che può gioire alla vittoria rossoblu.

Il CJ Taranto sale così al 7

CJ Basket Taranto: Santiago Bruno 15 (0/2, 5/9), Diego Corral 15 (4/7, 1/1), Francesco Villa 14 (2/2, 3/7), Enzo Damian Cena 11 (3/7, 1/3), Luca Sampieri 11 (4/6, 1/1), Marcello Piccoli 6 (2/7, 0/1), Mattia Graziano 3 (0/0, 1/1), Francesco D’Agnano 2 (1/2, 0/4), Andrea Francesco Liace 0 (0/0, 0/0), Lamberto Napolitano 0 (0/0, 0/0), Francesco Gaeta 0 (0/0, 0/0), Gianmarco Conte 0 (0/0, 0/0). All. Olive.

Teramo a Spicchi 2K20: Sebastiano Perin 15 (3/7, 3/9), Lorenzo Calbini 12 (4/7, 0/4), Luigi Cianci 11 (3/7, 1/1), Federico Casoni 9 (0/1, 3/9), Arcangelo Guastamacchia 9 (3/5, 1/1), Giorgio Galipò 4 (2/5, 0/3), Mattia Sacchi 3 (1/1, 0/4), Alessandro Vigori 2 (1/5, 0/1), Alessandro Di febo 0 (0/0, 0/0), Ettore Semprini cesari 0 (0/0, 0/0). All. Gabrielli

Arbitri: Marco Guarino di Campobasso e Manco Marcello di San Giorgio a Cremano (NA). Parziali: 23-22, 20-18, 18-19, 16-6. STAT TA – Tiri liberi: 9 / 18 – Rimbalzi: 40 8 + 32 (Diego Corral 9) – Assist: 21 (Francesco Villa 9). STAT TE – Tiri liberi: 7 / 11 – Rimbalzi: 36 9 + 27 (Luigi Cianci 10) – Assist: 17 (Giorgio Galipò 7)