0 Condiviso 1456 Visto

Barletta, omicidio Lasala: due persone sottoposte a fermo

Svolta nelle indagini sull’omicidio di Claudio Lasala, il 24enne di Barletta accoltellato e ucciso nel weekend per le strade del centro storico. Le forze dell’ordine hanno sottoposto a fermo due ragazzi, anch’essi barlettani, dopo aver analizzato sia le immagini di videosorveglianza nei pressi di piazza Duomo sia le testimonianze dei presenti lo scorso venerdì.

Sarebbero il ventenne Michele Dibenedetto e il diciottenne Ilyas Abid i due giovani fermati dalle forze dell’ordine. Entrambi risponderebbero di omicidio volontario aggravato dai futili motivi. La ricostruzione accusatoria indicherebbe come fattore scatenante una colluttazione tra Lasala e il ventenne fermato, tra i quali sarebbe iniziata una rissa all’interno di un locale.

Il litigio sarebbe poi continuato nella piazzetta antistante, dove sarebbe intervenuto in un secondo momento l’altro ragazzo fermato. Il diciottenne, già all’interno del bar nelle fasi iniziali dell’accaduto, si sarebbe impossessato di un coltello presente sul bancone, con il quale si sarebbe unito alla colluttazione all’esterno del locale e avrebbe colpito mortalmente Lasala spronato dal ventenne.

Attesa, adesso, per gli sviluppi relativi ai due fermi. Nel frattempo, la città si è mobilitata con una fiaccolata per ricordare la vittima, ma anche per chiedere l’aumento dei controlli nel centro storico di Barletta da parte delle forze dell’ordine, anche e soprattutto dopo l’omicidio Lasala.