0 Condiviso 205 Visto

As Bisceglie 1913 | Casadei il punto fermo nell’undici di Mancini

Il Bisceglie comincia a fare le prove per la formazione da contrapporre alla Sicula Leonzio. La sensazione è che quella che scenderà in campo sarà una squadra nettamente diversa da quella vista in campo nelle uscite di campionato, quando Mancini ha dovuto schierare almeno tre under per accedere ai contributi sul minutaggio. Si parte da una certezza che si chiama Angelo Casadei. Il 32enne portiere campano, infortunatosi durante la gara contro il Catania, ha recuperato del tutto dalla lussazione alla spalla e difenderà i pali nerazzurri nella doppia sfida ai siciliani anche perché, quelli che sulla carta erano il secondo e il terzo portiere, Borghetto e Pecorella, sono fuori a causa di un infortunio al ginocchio. Il suo vice sarà il 18enne Messina, sceso in campo nei minuti finali della gara contro il Catania. La difesa sarà nelle mani dei giovanissimi Joao Silva e Hristov. Il portoghese e il bulgaro, fuori dalle dinamiche minutaggio per il loro status di stranieri, potrebbero essere affiancati da uno tra Karkalis e Turi. In mezzo al campo Zibert sarà il faro. Lo sloveno di proprietà della Reggina guiderà la mediana, in cui ci sono problemi di abbondanza vista la disponibilità di Ungaro, Rafetraniana, Trovade, Nacci e Mady al centro e di Mastrippolito, Petris, Diallo, Romani e Armeno sulle fasce. In attacco Ebagua e Gatto guideranno la squadra all’andata, mentre al ritorno ci sarà certamente spazio per Montero, il calciatore più in forma prima dello stop di marzo.