0 Condiviso 1261 Visto

Spaccia droga e percepisce il reddito di cittadinanza: ai domiciliari un pusher barese

BARI- Ha sviluppato la propria rete di spaccio nel quartiere San Paolo e percependo il reddito di cittadinanza, incurante del fatto che i carabinieri avessero iniziato a osservare i suoi spostamenti: è finito ai domiciliari un 28enne di Bari.

È accaduto nella scorsa serata, quando i militari del Nucleo operativo della compagnia di Bari San Paolo hanno arrestato in flagranza per il reato di “detenzione illecita di sostanze stupefacenti” un 28enne del posto, con precedenti penali per reati contro il patrimonio, inoccupato e titolare del beneficio del “Reddito di cittadinanza”.

Il giovane, dopo alcune segnalazioni arrivate in caserma, è stato seguito nelle sue attività di spaccio dai carabinieri nel quartiere “San Paolo”. All’esito di diversi servizi di osservazione, i carabinieri hanno sottoposto a controllo il 28enne, il che è stato trovato in possesso della somma in contante di 700 euro e di una chiave. Insospettiti della sua presenza vicino a un vano autoclave di un complesso condominiale, i militari dell’Arma hanno quindi verificato che la stessa chiave ritrovata addosso aprisse la porta del locale. Aprendo, i carabinieri hanno così trovato nel suo interno un sacchetto in plastica contenente 30 grammi di “hashish”, due bilancini di precisione oltre a numeroso materiale da confezionamento e per il taglio dello stupefacente.

Il 28enne, trattenuto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in mattinata è stato giudicato “per direttissima” dal Tribunale di Bari, venendo al termine sottoposto al divieto di dimora nel municipio III di Bari.