0 Condiviso 468 Visto

Arrestato a Brindisi un ricercato internazionale: era domiciliato in un albergo

BRINDISI- È stato condannato in Albania per abuso d’ufficio, ma non si è presentato. Anzi, ha fatto i bagagli ed è partito alla volta di Brindisi. È stato arrestato in città un 42enne albanese gravato da ordine di ricerca internazionale.

È accaduto nella mattinata del 2 luglio quando gli agenti della Polizia di Stato di Brindisi, nell’ambito delle attività di controllo del territorio, hanno provveduto all’arresto di un cittadino albanese di 42 anni, domiciliato presso una struttura ricettiva del capoluogo.

L’uomo è gravato da ordine di ricerca internazionale per arresto provvisorio ai fini dell’estradizione verso la Repubblica di Albania, in ossequio della sentenza di condanna ad anni 1 mesi 8 di reclusione emessa dalla Corte d’Appello di Valona (Albania) per il delitto di “abuso d’ufficio” previsto dal codice penale albanese all’art. 248.

L’uomo, accompagnato in Questura, dopo le formalità di rito condotte unitamente al servizio per la Cooperazione internazionale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, è stato associato presso la locale casa circondariale di Brindisi e posto a disposizione della AG competente.