Aeroporti Puglia | +36% utile e +9,8% passeggeri nel 2019

Condividi

Aeroporti di Puglia (Adp) ha chiuso il 2019 con un utile netto di 5,157 milioni di euro (+ 36,70% rispetto al 2018), ricavi per 105 milioni di euro (+5,22 %) e un traffico passeggeri a Bari e Brindisi in crescita del +9,8% (8,2 milioni tra arrivi e partenze). Nel dettaglio, il traffico di linea nazionale è cresciuto del 5,2% e quello internazionale, con 3,2 milioni di passeggeri, ha segnato un +18% rispetto al 2018. Gli investimenti fatti nel 2019 ammontano a 11,78 milioni di euro, il margine operativo lordo (Ebitda) si è attestato sui 28,6 milioni di euro e il risultato ante oneri finanziari (Ebit) a 7,98 milioni di euro. "Un anno da incorniciare per gli eccellenti risultati ottenuti", commenta il presidente di Adp, Tiziano Onesti. Risultati che, "nel contesto profondamente segnato dall'emergenza sanitaria causata dal Covid-19", evidenzia, fanno "guardare con maggiore fiducia alla possibilità di superare questa difficile fase nazionale e globale". "Dalla lettura dei dati di bilancio - per Onesti - emerge un'azienda sana nei fondamentali patrimoniali, economici e finanziari. Aeroporti di Puglia ha le carte in regola per poter riprendere il percorso di sviluppo bruscamente interrotto dall'emergenza sanitaria" e, dopo "questi primi difficili mesi del 2020", per "riavviare la crescita del network aeroportuale pugliese quale fondamentale fattore strategico di sviluppo dell'economia della nostra regione". Il Consiglio di amministrazione di Adp, inoltre, "in considerazione delle pesanti conseguenze economico-finanziarie che la rete aeroportuale pugliese subirà per via dell'emergenza sanitaria Covid-19, e al fine di garantire la solidità finanziaria della società, ha deliberato la destinazione dell'utile a Fondo di Riserva".

Nessun commento ancora

Lascia un commento