Spari al Perotti, identificato il bullo di 16 anni

Chi  ha sentito i colpi di pistola provenire dal cortile dell’istituto alberghiero Armando Perotti di via Niceforo a Bari per un attimo ha avuto paura. I carabinieri intervenuti subito dopo l’allarme hanno identificato il 16enne,  convinto insieme con un compagno,  di fare la solita bravata ma che armato di pistola per fortuna a salve ha creato momenti di panico nel cortile dell’istituto alberghiero.

L’adolescente è stato subito affrontato da un collaboratore scolastico che l’ha invitato a uscire dal plesso. Un invito recepito con sfrontatezza dal giovane pistolero il quale nel giro di pochissimi minuti si è visto raggiungere da una pattuglia di carabinieri.  I militari lo hanno subito fermato identificandolo. L’altro, invece, è riuscito ad allontanarsi per tempo non è stato ancora rintracciato; ma entrambi, come  è stato poi accertato non sono studenti del Perotti.  Un episodio che si aggiunge ai precedenti delle ultime settimane, dal pugno sferrato al vicepreside del Panetti costato al docente  dieci giorni di prognosi, al furto di uno scooter ad uno studente dello Scacchi. Bande di bulli che circolano liberamente e che come spesso accade abbandonano gli studi dopo la scuola dell’obbligo. Disinvoltura e sempre più spesso certezza della impunità sono alla base di gesti che preoccupano e che creano comunque timori e apprensioni. 

Scrivi commento

Commenti: 0