Ordigno esplode davanti a studio avvocato salentino

Una grossa bomba carta artigianale è stata fatta esplodere nella notte a Nardò, in provincia di Lecce, da persone non dentificate davanti all'ingresso dello studio professionale di Franco Orlando, avvocato di 50 anni, conosciuto per aver difeso l'attentatore della scuola 'Morvillo Falcone', a Brindisi, Giovanni Vantaggiato. 

Quest'ultimo, il 19 maggio 2012, fece esplodere una bomba davanti all'istituto scolastico, uccidendo una ragazza di 16 anni, Melissa, e ferendo altre cinque studentesse.   La deflagrazione questa notte è avvenuta in via Verdi, al civico 26, dove il professionista ha il suo studio, al piano terra. L'esplosione ha provocato un grosso buco nel portone di ingresso e schegge che hanno causato danni anche all'interno degli ambienti. Il rumore è stato avvertito anche a grande distanza, svegliando i residenti dell'intero quartiere che hanno dato l'allarme agli agenti del locale commissariato di polizia. L'avvocato ha detto agli investigatori di non aver mai ricevuto richieste estorsive o minacce.

Scrivi commento

Commenti: 0