Giovane morì investito, il padre compra pagina di quotidiano

Ha acquistato una pagina intera di un quotidiano locale lamentando l'assenza delle istituzioni e per chiedere che la comunità ascolti il suo lungo appello per evitare tragedie come quella che lui ha vissuto. 

Gianni D'Accolti è il papà di Davide Gaetano, 22 anni, musicista di Conversano, morto il 21 debbraio dell'anno scorso in un investimento stradale a Torre a Mare perché un altro individuo in preda ad alcol e droga guidando ad oltre 170 chilometri di velocità, percorrendo contromano la Superstrada Adriatica, ha così deciso di chiudere la sua serata del sabato sera. Dopo aver esternato le sofferenze patite dalla sua famiglia, D'Accolti accusa lo Stato di indifferenza, parlando spèrattutto di indiferrenza agli affetti. Della vicinanza delle istituzioni il papà di Davide ricorda solo un incontro con il comandante provinciale dei carabinieri, poi più nulla se non la vicinanza di qualche giornalista e sacerdote. Poi l'appello finale del papà di Davide. "Ed allora a cosa serve parlarci? A sperare che esista ancora, oltre lo Stato silente, la comunità che almeno questa mi ascolti, mi faccia un cenno di sorriso.  Serve per aiutare i nostri figli a saper scegliere, a saper essere consapevoli delle responsabilità personali collettive, a riacquistare - conclude - la voglia di una rivoluzione che, senza armi, possa issare una nuova bandiera".   

Scrivi commento

Commenti: 0