Ambiente, a Taranto i rifiuti diventano strumenti musicali

Insegnare agli alunni di una scuola del quartiere Tamburi di Taranto, il più esposto all'inquinamento della città, a trasformare rifiuti e materiale di scarto in strumenti a percussioni per la loro eco-orchestra. 

L'artista napoletano Maurizio Capone sarà a Taranto venerdì prossimo per tenere un "work-show" nel Centro polivalente "Giovanni Paolo II", di via Lisippo, in cui mostrerà i suoi strumenti e coinvolgerà i presenti con una performance e la narrazione delle sue competenze. L'iniziativa  rientra nel progetto "A Tamburi Battenti" che, finanziato dalla "Fondazione con il Sud" nell'ambito del bando "Ambiente è Sviluppo", dando nuova vita al teatro della parrocchia di San Francesco De Geronimo, intende trasformare il quartiere Tamburi realizzando opportunità di lavoro per i soggetti più fragili e pratiche artistiche e culturali. La manifestazione si aprirà con un "World Café", un momento informale di incontro e confronto con i residenti del quartiere Tamburi e con tutti i partecipanti, per costruire insieme il sogno di un cambiamento dal basso del territorio, e progettare congiuntamente attività e idee da sviluppare nel teatro della chiesa o in aree comuni da identificare assieme nel quartiere. Capone è noto per la sua competenza nella realizzazione di  strumenti musicali a partire da materiali di scarto, come scope,barattoli di marmellata e altri oggetti di recupero.

Scrivi commento

Commenti: 0