"La sorveglianza sulla xylella sta funzionando", a Bari il Commissario Ue Phil Hogan

La Regione Puglia, grazie agli oltre 150 mila ettari monitorati da settembre ad oggi, con analisi di laboratorio su 130 mila piante, ha visto riconoscere i propri sforzi sul fronte Xylella dal commissario europeo all'Agricoltura, Phil Hogan. Il commissario Ue è intervenuto in una conferenza sul settore agricolo nella Regione mediterranea, organizzata dal Ciheam di Bari, parlando apertamente di "una sorveglianza sulla Xylella che sta funzionando" ed invitando a "continuare con il controllo dei focolai", ritenendo il monitoraggio "cruciale".  

Un aspetto tanto importante per la Commissione europea che, come sottolineato da Hogan "continuerà a considerare tutte le possibilità di finanziamento, per la sorveglianza e per l'attuazione delle misure, nella zona tampone ed in quelle infette". La capacità di monitorare e quella di contrastare la Xylella fastidiosa sono due aspetti fondamentali nella trattativa aperta dall'Italia con Bruxelles. La Regione Puglia, come ha spiegato l'assessore alle Risorse agroalimentari e coordinatore nazionale degli assessori regionali all'Agricoltura, Leonardo Di Gioia, "sta cercando in questo negoziato la migliore soluzione condivisa". Tra scambi reciproci di suggerimenti, con cinque proposte avanzate dalla Regione in un documento contenente le condizioni per migliorare l'attuazione delle azioni per mitigare il problema, la partita resta aperta e la Commissione europea sta vagliando la possibilità di reimpianto di nuovi uliveti.  Decisiva resta intanto in Puglia la lotta al vettore con le raccomandazioni della Task Force regionale che invita i contadini a realizzare le buone pratiche agricole, a partire dalle arature obbligatorie dal primo marzo al 15 aprile. 

Scrivi commento

Commenti: 0