Caporalato: braccianti sfruttati, tre denunce nel Tarantino

Tre cittadini di  nazionalità romena, domiciliati a Marina di Ginosa (Taranto), sono stati denunciati dai carabinieri per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro nei campi. I militari, nel corso di servizi finalizzati al monitoraggio ed al contrasto del fenomeno del caporalato e del lavoro nero e irregolare, hanno fermato due furgoncini che stavano trasportando quindici braccianti, tutti di nazionalità romena, destinati alla manodopera per attività agricola. Sono state quindi accertate a carico dei due autisti e di uno dei passeggeri specifiche responsabilità, e più precisamente: uno denunciato in stato di libertà poiché ritenuto il procacciatore di manodopera alla scopo di destinarla al lavoro presso terzi, mentre gli altri due in quanto collaboravano col primo, nel trasporto dei lavoratori. Entrambi i veicoli sono stati sottoposti a sequestro e affidati ad una depositeria giudiziaria. Le indagini proseguono per verificare in quali aziende e con quali modalità di ingaggio siano stati impiegati i braccianti trasportati.

 

Scrivi commento

Commenti: 0