Giallo sull'omicidio dell'anziana a Palese

BARI di Redazione AntennaSud

 

Restano molti dubbi sulla morte di Roma Maria Radicci, l'anziana uccisa domenica pomeriggio nella sua villetta a Palese, alla periferia di Bari. La donna, che viveva da sola, potrebbe aver fatto entrare il suo assassino. Gli investigatori ipotizzano una rapina finita in tragedia ma non escludono altre piste.

Tentata rapina finita in tragedia: è questa l'ipotesi più verosimile, secondo gli investigatori, per spiegare avvenuto domenica pomeriggio a Palese. L'anziana uccisa nella sua villetta vicino al mare alla periferia nord di Bari potrebbe aver fatto entrare in casa il suo aggressore, che l'ha uccisa infilandole una busta di plastica in testa e stringendogliela attorno al collo con del nastro adesivo.

Ma sulla morte di Roma Maria Radicci, vedova 71enne che viveva da sola, restano molti dubbi, soprattutto perché dall'abitazione non sarebbe stato portato via nulla. In casa gli agenti non hanno trovato evidenti segni di effrazione. Forse l'autopsia potrà fornire elementi utili agli investigatori della Squadra Mobile di Bari, coordinati dal pm Luciana Silvestris.

La donna aveva le mani sporche di sangue e l'esame esterno del cadavere ha rilevato la presenza di piccole lesioni, spiegabili con una colluttazione. L'anziana potrebbe aver tentato di difendersi. C'è anche un taglio sul collo.

La donna era in pantofole e abiti da casa, riversa sul pavimento del salotto. La porta era socchiusa con le chiavi inserite nella toppa dall'interno.

A dare l'allarme è stata la figlia dell'anziana che aveva parlato con la madre in tarda mattinata e poi non era più riuscita a mettersi in contatto con lei. Nessuno dei vicini avrebbe visto o sentito nulla di strano.