Bari come Casale Monferrato: un parco sull'ex fabbrica di amianto

BARI di Redazione AntennaSud

 

Sopralluogo sul cantiere della ex Fibronit, ieri a Bari, del sindaco Decaro con la prima cittadina di Casale Monferrato, Titti Palazzetti. "Vedere questo scheletro - ha dichiarato - ma sapere che finalmente anche voi abbattete e bonificate, è una consolazione".

Sull'area dove sorgeva "la fabbrica della morte nascerà il parco della vita, in onore di quelle persone che non ci sono più e delle loro famiglie". Lo ha ribadito ieri sera il sindaco di Bari, Antonio Decaro, nel corso di un sopralluogo nell'area della ex Fibronit, la fabbrica di cemento amianto che ha visitato insieme al sindaco di Casale Moferrato, Titti Palazzetti. Nel comune dell'alessandrino è stata bonificata un'altra fabbrica di amianto, la Eternit, al cui posto ora c'è un parco.

"Il giorno in cui Titti inaugurava il parco per me è stato simbolico: la dimostrazione che si può fare" ha dichiarato Decaro, spiegando che qualche mese dopo a Bari sono stati avviati i lavori di bonifica definitiva della Fibronit. Ora è in corso l'allestimento del cantiere. E "tra un po' inizieremo a vedere le prime demolizioni" ha aggiunto Decaro.

"Ma l'impegno che ho preso inginocchiandomi qui in onore delle 400 persone che hanno perso la vita per colpa di questa fabbrica - ha ricordato il sindaco di Bari - è quello di costruirci poi un parco come ha fatto Casale Monferrato".

Il sindaco Palazzetti ha osservato che la Fibronit "è molto simile a quella che noi abbiamo abbattuto, e stare qui mi fa una certa impressione".

"Vedere qui in piedi questo scheletro, sapendo però che finalmente anche voi abbattete e bonificate per farci sopra un parco è una consolazione, e mi fa sentire molto partecipe con la città di Bari" ha detto.