Bitonto: reagisce a rapina, gioielliere ferito, non è grave

BITONTO (BA) di Redazione AntennaSud

 

 

 

Rapina con sparatoria ieri sera a Bitonto nel barese. Un gioielliere è stato colpito alla schiena da un colpi di pistola, la moglie dell'uomo spinta a terra. I due malviventi sono fuggiti a bordo di un motorino.

Un gioielliere ferito con un colpo di pistola alla schiena, la moglie strattonata per terra. E' il bilancio della rapina avvenuta a Bitonto, nel Barese. Ad essere colpito Carmine Panebianco, 51enne, titolare dell'oreficeria in via Cavallotti, che è stato raggiunto da un colpo di pistola alla schiena: l'uomo è stato trasportato in ospedale insieme alla moglie, medicata per le ferite provocate da una caduta. Secondo una prima ricostruzione, poco prima delle 20, due uomini con il volto coperto da caschi, sarebbero entrati nel negozio insieme ad una coppia di clienti che entrava in quel momento. Una volta dentro, uno dei due ha estratto una pistola e il commerciante - convinto che l'arma fosse giocattolo - ha accennato ad una reazione. A quel punto la moglie è stata strattonata per terra dal complice e il bandito armato ha esploso almeno due colpi di pistola colpendo Panebianco alla schiena. I due malviventi a quel punto sono fuggiti a bordo di uno scooter,  sembrerebbe fossero «scortati» da altri due complici anch'essi a bordo di una moto. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Bitonto. Il gioielliere e la moglie sono stati trasportati in ospedale: le condizioni del gioielliere non sarebbero gravi.