Falsi braccianti agricoli, truffa all'Inps per oltre 4 milioni

TARANTO di Redazione AntennaSud

 

Una truffa all’Inps per oltre 4 milioni di euro. False giornata di lavoro per falsi braccianti agricoli. A scoprirla sono stati i militari della guardia di finanza che questa mattina hanno arrestato nel Tarantino sette persone nel corso dell’operazione “Genusia”. Tra queste due sindacalisti consulenti del lavoro.

Nel corso delle indagini condotte dalle Fiamme Gialle in tre aziende agricole di Ginosa e Palagiano, i militari avevano accertata una evidente sproporzione tra le attività produttive e un esorbitante numero di giornate lavorative denunciate. In particolare, i finanzieri hanno individuato tre distinte organizzazioni coordinate da un 57enne di Ginosa, sindacalista e consulente del lavoro, il quale attraverso la complicità di un 43enne di Palagiano e dei titolari di alcune aziende agricole, reclutava falsi braccianti dai quali percepiva somme di denaro di importo variabile dai 7 ai 14 euro per ciascuna delle giornate lavorative dichiarate all’Inps. I due consulenti del lavoro provvedevano ad inserire i dati di falsi contratti di lavoro e false giornate lavorative al fine di creare fittizie posizioni contributive necessarie per ottenere l’indennità di disoccupazione, assegni familiari, assegni per malattia e maternità. Complessivamente sono state individuate responsabilità in capo a 91 persone, per un danno procurato di circa 4 milioni di euro. Agli arresti domiciliari sono finiti anche tre imprenditori agricoli e due persone che fungevano da intermediari.