Anticorpi contro l'invasione della pubblicità, a Bari il forum Bambini e Media

BARI di Redazione AntennaSud

 

Una separazione netta dei messaggi pubblicitari rispetto al resto della comunicazione: è il diritto ribadito nel secondo Forum Bambini e Mass Media in corso a Bari. Un'iniziativa promossa dall'Unione cattolica stampa italiana di Puglia in collaborazione con il CoReCom Puglia e l’Ufficio del Garante dei Minori della Regione Puglia.

Da Bari il sogno di una comunicazione non invasiva e per tutti: il manifesto del Forum Bambini e Mass Media, rivolto alle scuole, ai cittadini, a tutti. La comunicazione è sempre più affollata di pubblicità. Un bombardamento di comunicazioni (compresi astrologia, cartomanzia e gioco del lotto) che non sempre consente di distinguere la pubblicità da altre forme di comunicazione, come invece dovrebbe essere.
Il Forum, che ha luogo oggi nel Palazzo della Città metropolitana, è promosso dall'Ucsi (Unione cattolica stampa italiana) Puglia in collaborazione con il CoReCom Puglia e l’Ufficio del Garante dei Minori della Regione Puglia, e gestito dal Circolo delle Comunicazioni Sociali “Vito Maurogiovanni".
Ad aprire i lavori sono stati il presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia Valentino Losito, e il presidente del CoReCom Puglia Felice Blasi.
Quest'ultimo ha sottolineato il ruolo di sensibilizzazione che Corecom e Agcom svolgono per regolare, governare e prevenire fenomeni distorsivi del corretto modo di fare comunicazione.
Il forum Bambini e Mass Media, patrocinato dal Comune di Bari e dalla Presidenza del Consiglio regionale, è presieduto dall’assessora comunale alle Politiche giovanili, Paola Romano.
Al forum intervengono il professor Paolo Livrea su Neuroscienze e pubblicità, la professoressa Maria Fara Decaro sulle possibili influenze sui bambini sulle funzioni cognitive, affettive e comportamentali della pubblicità, e monsignor Alberto D’Urso, presidente della Consulta nazionale antiusura, sui danni provocati dalla pubblicità del gioco d’azzardo. Lo scrittore Marzio Bonferroni tratta invece i temi della pubblicità che impone stili di vita e del marketing umanistico. Presentato anche il progetto CoReCom “Comunica in sicurezza”.
Chiude i lavori una tavola rotonda di esperti, moderata dal garante dei Minori Rosy Paparella, con Benedetta Saponaro (Filosofia morale Università di Bari), Maria Luisa Sgobba (presidente Ucsi Puglia), Pasquale Laselva (presidente Psichiatri e Psicologi Cattolici di Puglia) a cui partecipa una delegazione di studenti e rappresentanti del Parlamento dei Giovani presso la Presidenza del Consiglio regionale.