Usura: una piaga sommersa che Confesercenti combatte anche a Bari

BARI di Redazione AntennaSud

 

 

Una piaga sociale che sta assumendo livelli allarmanti. L'usura. Per stare accanto agli imprenditori che, oltre che taglieggiati si sentono soli, nasce anche a Bari lo sportello SOS impresa. Un servizio di  Confesercenti nazionale.

L'usura che fa paura, che esiste, che si tende a nasconde. Una piaga sommersa e che sempre in meno tendono a denunciare. Dal 2008 ad oggi, il numero delle denunce si è dimezzato. Eppure di usura non si vive, anzi spesso si muore. Per questo, per stare accanto agli imprenditori che, oltre che taglieggiati si sentono soli, nasce anche a Bari lo sportello SOS impresa. Un servizio di  Confesercenti nazionale che offre un proprio servizio di ascolto, assistenza legale e accompagnamento a eventuali finanziamenti per quegli imprenditori che dovessero avere o aver avuto problemi con l’usura. Se n'è parlato in una tavola rotonda tra autorevoli esponenti delle istituzioni e a cui ha preso parte anche il viceministro all'interno, Filippo Bubbico. 

"Abbiate fiducia nelle istituzioni - dichiara Bubbico - lo Stato non vi lascia soli. Denunciate, continua, denunciate sempre. Creiamo un percorso di crescita individuale e collettiva". “ SOS Impresa è un servizio di Confesercenti nazionale che inauguriamo anche a Bari”- dichiara Benny Campobasso che continua - di fatto la piaga dell’usura è ancora molto sommersa, sono ancora pochi quelli che denunciano. Basti pensare che, dal 2008 ad oggi, il numero delle denunce si è dimezzato. Il nostro intento vuole essere anche questo, spingere gli imprenditori a denunciare la loro condizione e allo stesso tempo non farli sentire più soli in questa battaglia per la legalità. In Puglia il 20% dei commercianti è sotto lo schiaffo degli usurai, si tratta di dati di SOS Impresa nazionale. Ma sappiamo bene che si tratta solo della punta dell’iceberg e che quelli veri, purtroppo, sono decisamente maggiori”. Alla tavola rotonda non poteva mancare Monsignor Alberto D'Urso presidente della Consulta Nazionale Antiusura che ha sottolineato come l'usura contro cui la Consulta combatte da anni nasconde i drammi delle imprese, ma anche della famiglie, della gente che, da sola, non ce la fa. "Solo attraverso una collaborazione attenta e costante può nascere una rete forte che può lottare seriamente contro questo problema - ha concluso".