Terremoto, la Regione Puglia stanzia 5 mln di euro per gli edifici pubblici

BARI di Maria Luisa Troisi

 

 

Cinque milioni di euro stanziati dalla regione Puglia e destinati ad interventi strutturali di prevenzione del rischio sismico per gli edifici di proprietà pubblica, scuole comprese. 

Il terremoto nelle marche, peraltro avvertito anche in Puglia, fa paura. Per questo la Giunta regionale ha deliberato di finanziare con oltre cinque milioni di euro gli interventi strutturali di prevenzione del rischio sismico per le opere infrastrutturali di interesse strategico, gli edifici di proprietà pubblica e per le scuole pubbliche. In particolare i finanziamenti concessi riguardano i seguenti interventi: alla Città Metropolitana di Bari l'importo di 240.000 euro per eseguire gli interventi di demolizione e ricostruzione del sottopasso della provinciale 231 al km 26+580 (località Ruvo di Puglia); al Comune di Serracapriola (Foggia) l'importo di 162.345 euro per eseguire gli interventi di miglioramento sismico della sede ex carcere destinato a centro di supporto alle attività di protezione civile; al Comune di Apricena (Foggia) 793.320 euro per eseguire gli interventi di miglioramento sismico della sede della caserma dei Carabinieri; al Comune di Manfredonia (Foggia) 1.539.000 euro per eseguire gli interventi di miglioramento sismico della sede ex istituto nautico (Coc e uffici comunali); al Comune di Stornarella (Foggia) l'importo di 455.250 euro per eseguire gli interventi di miglioramento sismico della sede Municipale; al Comune di Vieste (Foggia) 1.425.000 euro per eseguire gli interventi di miglioramento sismico della scuola secondaria di primo grado 'Dante Alighieri'; al Comune di Foggia 774.200 euro per eseguire gli interventi di demolizione e ricostruzione della scuola media 'De Sanctis', blocco 5.