Migranti, 350 persone sbarcano nel porto di Brindisi

BRINDISI di Redazione AntennaSud

 

 

Nave carica di migranti nel porto di Brindisi, 347 tra uomini, donne  e bambini, provenienti dall’Africa, dal Pakistan, dal Bangladesh e dalla Siria, sono sbarcati sul molo di Sant’Apollinare a Brindisi ieri pomeriggio

Quasi 350 persone. 210 uomini, 30 donne (di cui due incinte) e 7 minori. La nave 'Topaz Responder' che trasporta 347 migranti tratti in salvo nel Canale di Sicilia nell'ambito dell'operazione Triton è arrivata al porto di Brindisi. I migranti provengono da Africa, dal Pakistan, dal Bangladesh e dalla Siria e sono sbarcati da un nave carica oltre i limiti, sul molo di Sant’Apollinare nel porto di Brindisi. I migranti, tutti in buone condizioni di salute, tranne qualche caso di disidratazione, erano stati salvati lunedì scorso dalla guardia costiera in un’operazione congiunta con le altre forze dell’ordine. La macchina organizzativa e dei soccorsi si è messa subito al lavoro per garantire accoglienza e servizi minimi alle centinaia di persone in cerca di conforto. Nessuno di loro, però, resterà in Puglia. Le strutture della provincia di Brindisi sono al completo. Secondo i dati messi a disposizione dalla Prefettura tra Brindisi, Carovigno, Fasano, Mesagne, Ostuni, San Pietro Vernotico, Torre Santa Susanna, Villa Castelli ed Oria, Cara incluso, sono presenti circa 1200 migranti. Secondo quanto stabilito il Ministero in materia di ordine e sicurezza le strutture possono accogliere sino a 1194 ospiti. Per questo le 350 persone saranno trasferite in altri centri di accoglienza della Calabria, Campania, Veneto, Liguria e della provincia di Trento.