Bari: la rivoluzione del trasporto pubblico, nuovi autobus in arrivo

BARI di Redazione AntennaSud

 

 

La rivoluzione del trasporto pubblico cittadino, annunciata dal sindaco di Bari, almeno sulla carta sembra essere cominciata. Il piano Amtab prevede l'acquisto di oltre 50 nuovi mezzi e percorsi e viabilità  più efficienti.

Innanzitutto 53 nuovi autobus, ecologico, per iniziare a migliorare il servizio di trasporto pubblico cittadino. Il piano varato dalla giunta municipale prevede l'acquisto dei mezzi - tramite gara pubblica -che dovranno essere dotati di «strumenti per migliorare la sicurezza a bordo e ridurre il fenomeno del mancato pagamento dei titoli di viaggio», grazie all’introduzione di meccanismi di controllo automatizzati. Nel programma varato dalla giunta è previsto anche un 

un nuovo sistema di bigliettazione elettronica integrato col pagamento della sosta e degli altri servizi pubblici di trasporto. Basterà passare davanti ad una macchinetta per individuare se il passeggero è munito o meno di biglietto. Previsti anche nuovi sistemi per il pagamento dei ticket. Il Comune ha deciso di tagliare le corse inutili, quelle che trasportano pochi passeggeri. Da qui si è deciso di definire 25 linee in totale, di cui 18 di nuova istituzione e 7 navette. Tra le prime 18, 10 sono linee portanti con 81 corse per giornata, con una frequenza di 5 corse in un’ora nelle fasce di punta. Ad esse si aggiungono 8 linee complementari suddivise tra circolari a servizio dei quartieri (Palese, Santo Spirito, Carbonara, Torre a mare Japigia, Libertà) e linee aggiuntive a servizio dei principali attrattori di mobilità (aeroporto, park&ride, porto). Il piano degli interventi è finanziato con 33 milioni (Pon Metro). Piazza Moro non sarà più capolinea, mentre verranno realizzate fermate attrezzate su corso Vittorio Emanuele, piazza Massari, largo Sorrentino, largo 2 Giugno e corsie preferenziali sul percorso del nuovo «Ring del murattiano». Eliminato quindi, il transito dei bus lungo i sottopassi Q. Sella e Duca degli Abruzzi, dirottati sul ponte XX settembre e sul ponte sull’Asse nord sud.