Ambrosi: "Bari- Roma A/R non puo' costare 1100 euro in Alitalia. Basta semimonopoli!"

BARI di Redazione AntennaSud

 

 

Per il presidente della Camera di commercio di Bari, Alessandro Ambrosi, Alitalia deve "abbassare le tariffe da nababbi dei voli" perché "non si possono spendere 1.100 euro per andare e tornare da Roma in giornata". 

Alitalia deve "abbassare le tariffe da nababbi dei voli" perché "non si possono spendere 1.100 euro per andare e tornare da Roma in giornata". Lo dichiara, indignato, il presidente della Camera di Commercio di Bari, Alessandro Ambrosi, "Non sempre i viaggi si possono programmare per tempo" continua Ambrosi che chiede "più rispetto per i territori e per i suoi cittadini, impegnati nella ripresa del Paese". "Se siamo arrivati a 1.100 euro per un volo A/R Bari-Roma - dice ancora - è perché Alitalia agisce in regime di semimonopolio. Quindi, ben vengano gli aiuti alle compagnie low cost affinché intensifichino tratte e collegamenti che consentano spostamenti di merci e persone per dare occasioni di sviluppo ai nostri territori". La cifra di 1.100 euro è quella che egli stesso avrebbe dovuto pagare qualche giorno fa "per raggiungere la capitale con un volo Alitalia e partecipare ad una riunione di lavoro convocata all'improvviso. Uno sproposito e quindi vi ho rinunziato". Immediata la replica di Alitalia. La compagnia fa sapere che nella tratta Bari-Roma "vengono applicate tariffe a partire da 93 euro andata e ritorno e con livelli di prezzo progressivi che dipendono dal numero di posti disponibili e dalle condizioni offerte, quali la flessibilità nel cambio del volo o le condizioni di rimborso in caso di annullamento".La tariffa menzionata, aggiungono dalla compagnia, "si riferisce soltanto a pochi determinati posti, con biglietti aperti (possibilità di cambi di orario e di data senza penali) e in vendita per gli ultimissimi posti disponibili, esattamente come avviene per tutte le altre compagnie aeree.