Contro abusi e maltrattamenti telecamere negli asili e nelle case di riposo

ROMA di Redazione AntennaSud 

 

La Camera dei Deputati ha dato ieri il via libera alla installazione di telecamere a circuito chiuso negli asili e nelle strutture socio assistenziali per anziani pubblici e privati. Un provvedimento che prende origine dai numerosi casi di abusi e di maltrattamenti che si verificano all'interno di queste strutture. 

 

L’Aula della Camera ha approvato la proposta di legge, il cui testo unificato è il risultato di una mediazione tra diverse proposte normative avanzate da tutti i gruppi parlamentari, con 279 voti a favore 22 contrari (i deputati di Sinistra italiana) e 69 astenuti (i deputati M5S), che passa al Senato. Oltre all’ok alle telecamere, il testo contiene anche la delega al Governo all’adozione, entro un anno dall’approva - zione definitiva della legge, di un decreto legislativo sulla formazione e valutazione attitudinale nell’accesso alle professioni educative e di cura in asili e strutture per anziani. Il provvedimento pone dei limiti precisi nell’uso delle registrazioni video. Le immagini riprese dalle telecamere dovranno essere effettuate con un sistema di criptazione per evitare abus. L’accesso alle registrazioni saràvietato a tutti, salvo che all’autorità giudiziaria nei casi previsti dal codice penale, ovvero per le indagini in caso di reati. È comunque vietato l’uso di webcam.