Usura e azzardo: il calcio, le vittime, le leggi...che siano applicate!

ROMA di Maria Luisa Troisi

 

 

Miete sempre più vittime, fa sempre più ammalati e quindi costa sempre di più. Eppure la Federazione Italiana Gioco Calcio ha chiuso un contratto con la società di scommesse Intralot. Mons. D'Urso, presidente della Consulta nazionale Antiusura, ci ha raccontato del lavoro che si sta svolgendo in regione per tutelare i cittadini. proprio ieri approvata una mozione proposta dai grillini.

Parlare di gioco d'azzardo oggi vuol dire innanzitutto parlare dell'accordo, nato tra le polemiche, tra la Figc e la società di scommesse che già abbiamo visto troneggiare sulla maglia sponsorizzata degli azzurri in conferenza stampa....perchè, così come rivelava Sergio Rizzo qualche giorno fa a Bari, " è stata la federazione italiana calcio a cercare la Intralot per chiedere la sponsorizzazione, lo Stato quindi ha giocato un ruolo attivo. Il giro d’affari ammonta a 100 miliardi l’anno, corrisponde a quattro manovre finanziarie. E non basta. La Intralot è indebitata nel confronti dell’erario per 60 milioni di euro”.  

Per mettere in atto subito le politiche di contrasto alle dipendenze da gioco il Consiglio regionale della Puglia ha approvato una mozione presentata dal gruppo del Movimento 5 Stelle che impegna il presidente della giunta regionale pugliese a disporre la nomina dell'Osservatorio Regionale previsto dalla legge regionale 43/2013 in materia di contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico (Gap). "Anche se arriva con un anno di ritardo dalla presentazione della nostra mozione - spiegano in una nota i consiglieri grillini Grazia Di Bari e Marco Galante - siamo soddisfatti dell'impegno preso dalla Giunta Emiliano. L'auspicio è che questa volta, a differenza degli anni precedenti, all'impegno segua uno stanziamento di fondi". 

Tra l'altro la Consulta Nazionale Antiusura, che opera sul territorio nazionale contro l’usura e l’azzardo con 28 Fondazioni Antiusura regionali, sollecita nuovamente il Presidente del Consiglio Matteo Renzi per chiedere la nomina del nuovo Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura. Il prefetto Santi Giuffré ha concluso il suo mandato a fine luglio e gli effetti di questa una lunga “vacatio” si leggono sui giornali.