0 Condiviso 426 Visto

Torre Santa Susanna, 118 senza medici e infermieri: “situazione grave”

TORRE SANTA SUSANNA – Prima la carenza di medici, ora anche quella di i infermieri. E allora, “la mancanza di infermieri presso la postazione del 118 di Torre Santa Susanna è estremamente grave e preoccupante”. La denuncia arriva dal presidente del Comitato Regionale Permanente di Protezione Civile Maurizio Bruno che, con una nota, riassume la problematica, cominciata un anno fa e aggravatasi proprio in questi giorni.

La denuncia

“Già da circa un anno, quella che dovrebbe essere una postazione MIKE (postazione con medici, infermieri e volontari), nei fatti è stata trasformata in una postazione INDIA (postazione con soli infermieri e volontari) per la carenza di medici. Da qualche giorno però anche gli infermieri sono assenti dalla postazione, declassandola ulteriormente e rendendola nei fatti una postazione ibrido: al mattino postazione India mentre la notte postazione senza infermieri e con solo volontari.  La mancanza di personale autorizzato a intervenire direttamente sulle persone al momento del bisogno rappresenta un danno per tutti i cittadini. Inoltre fa ancora più rabbia pensare che quella postazione, fortemente voluta dalla Regione Puglia nel 2016, sia oggi priva del personale che invece la DGR 1933/2016 prevede.  Un presidio di salute e sicurezza la cui qualità è rapidità negli interventi si evince soprattutto dalle tante storie di vita vissuta di tutte quelle persone che oggi invece sono preoccupate dall’assenza di quel personale che in molti casi è stato provvidenziale. Una scelta che – spiega il consigliere Regionale – non può essere assolutamente digerita e a cui occorre porre immediatamente rimedio”.

La battaglia

“Non possono e non devono essere assolutamente i cittadini a pagare queste scelte aziendali che rischiano di essere miopi e pericolose. Mi batterò affinché tutto – promette Bruno –  venga ripristinato com’era”.