Fidelis Andria, spunta la figura di Catapano: servono 100.000 euro

Condividi

Poco più di 24 ore di tempo per scongiurare l'ipotesi peggiore e vedere la Fidelis Andria ai nastri di partenza del prossimo campionato di Serie C. Lo scoglio da superare è quello della giornata di domani, quando la dirigenza biancazzurra dovrà versare stipendi, contributi e ritenute ai propri tesserati per le doppie mensilità di aprile e maggio 2018. Per il momento mancherebbero all' appello circa 100.000 euro, perchè la restante cifra sarà coperta dalla Montemurro Holding, dagli imprenditori Vito Ippedico e dell'avv. Todaro ai quali si sono aggiunti anche un imprenditore andriese che ha sempre contribuito sotto forma di sponsor alle sorti del club federiciano e da un costruttore sempre della città di Andria: Giuseppe Catapano.

Nelle ultime ore si fanno sempre più insistenti le voci che vedrebbero altri due imprenditori pronti a partecipare al raggiungimento della somma, tra questi ci sarebbe l'ex socio della Fidelis Vincenzo Pastore. Insomma, la giornata odierna sarà una delle più lunghe dell'intera storia del calcio andriese. Ormai sui social, i supporters biancazzurri hanno fatto partire l'hashtag Salvatela; perchè la Fidelis Andria non è una semplice squadra di calcio ma è un vero e proprio stile di vita.

1 Risposta

  1. Comprate i giocatori perché questa squadra é da retrocessione.

Lascia un commento