Archivi categoria : Sport

Volley, Bari tappa fondamentale per Tokyo 2020

BARI IL PROSSIMO AGOSTO SARA’ CAPITALE DEL VOLLEY. LA NAZIONALE DI BLENGINI INFATTI AL PALAFLORIO SI GIOCHERA’ LE QUALIFICAZIONI PER LE OLIMPIADI. PREVISTE ANCHE DUE AMICHEVOLI CON IL BELGIO.

Pallamano in lutto, scomparso il portiere Francesco Amendolagine

E' scomparso improvvisamente all’età di 35 anni, Francesco Amendolagine, portiere pugliese del Bolzano. Amendolagine aveva contribuito alla vittoria della Coppa Italia da parte del team altoatesino giunta nel febbraio scorso. In carriera aveva fatto parte, inoltre, dei roster di Conversano e Casarano, disputando anche le Coppe Europee, oltre che, più di recente, difendendo la porta…
Vai all'articolo

Fase interregionale di qualificazione ai campionati italiani juniores di Pesistica, Capurso sul gradino più alto del podio

Ancora Pesistica Capurso. Dopo il trionfo ai Campionati di Regionali di Classe anche ad Avetrana le società dei presidenti Cecilia Verde si è imposta anche al Palasport di via Ariosto di Avetrana, precedendo la Fitness Center Acquaviva e la New Body and Soul Monopoli, nella Fase Interregionale di qualificazione ai Campionati Italiani Juniores di Pesisistica…
Vai all'articolo

Bari, Vivicittà: in 4mila in corsa nel capoluogo

Due percorsi, uno competitivo e l'altro per appassionati e curiosi: tra i podisti anche il primo cittadino Antonio Decaro. Riconfermata anche la Dog Run, all'esordio nella scorsa edizione. Ecco i nomi dei vincitori.

Barletta, Presti campione mondiale di K1 rules

Ancora Saro Presti, fortemente Saro Presti. E' stato il fighter siciliano ad aggiudicarsi per la sesta volta in carriera il titolo mondiale K1 Rules (categoria 73 kg) nell'evento di caratura internazionale di domenica 24 marzo all'Ipanema Club di Barletta, organizzata da Kombat Academy e patrocinato da CONI, CSEN e WPFK pro.

Il 34enne Presti, allenato da Didier Le Borgne, ha superato al termine di un match passato per 5 round estremamente combattuti il 33enne francese Madike Kamara, accompagnato dal suo allenatore Henrik Rico. "Sono felicissimo, mantenersi sempre ad alti livelli è sempre difficile ma per fortuna è andata bene anche a Barletta – il commento di Presti - speravo di riconfermarmi e ce l'ho fatta. Ho trovato una piazza calorosa e questo mi ha aiutato ad avere la spinta in più. Voglio ringraziare l'organizzazione, perché oggi metter su dei match di alto livello in Italia e in particolare al Sud non è semplice"

La lunga notte di Kombat Mania, vissuta da 500 spettatori che hanno gremito i saloni dell'Ipanema Club, si è avvalsa però anche della presenza di altri nomi noti del mondo del Kick boxing. A strappare applausi il match trail togolese Yao Agbetiafa, per tutti l’erede dei fratelli Petrosyan sul ring, e Mario Argento nella categoria 71 kg del K1.La serata barlettana ha visto anche la presenza dell'allenatore francese Le Borgne, uno dei pionieri di questo genere di discipline e del goriziano Alfio Romanut, da molti considerato il Maestro per eccellenza. “Due volti che hanno nobilitato la nostra serata – è il commento di Antonio Lisi, coach e maestro della Kombat Academy - è stato bello vivere una giornata intensa, partita con i combattimenti tra i più giovani e culminata nella finale tra Presti e Kamara. Anche noi qui al Sud stiamo iniziando a far camminare questa disciplina. Non è facile, ma ce la metteremo tutta. A chi intraprende questa disciplina dico che servono pazienza, serietà e sacrifici”. A completare la serata, le ottime prestazioni dei rappresentanti barlettani sul ring: Corrado Corvasce, Daniele Scuro, Riccardo Galasso, Massimo Spina, Ruggiero Sardaro e Marco Colavito, tesserati della palestra Kombat Academy

La 40esima edizione della Marcialonga di San Giuseppe

Quando a Putignano si pronuncia la parola corsa viene a tutti in mente la Marcialonga di San Giuseppe. Conq quella di domenica 24 marzo sono state quaranta le edizioni portate a termine, 3700 runner liberi, 1400 atleti Fidal e runcard e un comune che si rispecchia in quello che difatti è l’evento sportivo dell’anno nella città del Carnevale. Già dalle prime ore del mattino le strade erano prese d’assalto dai corridori. Chi arrivato da solo, chi accompagnato dalla squadra, dal partner o dai figli, che hanno approfittato della bella giornata primaverile per visitare le bellezze del centro storico mentre il genitore correva. 10 km e 800 metri per la gara competitiva, 8 km per i senza classifica, con partenza da piazza Moro e arrivo nel mezzo di corso Umberto I proprio mentre si cominciava a sentire l’odore del sugo della domenica. La gara, seconda tappa del trofeo Corripuglia è stata organizzata dall’Amatori Putignano, nella persona del suo presidente Francesco Ricchi. Hanno primeggiato Francesco Quarato del Pianeta Sport Massafra tra gli uomini e Francesca De Sanctis della Casone Noceto tra le donne. Entrambi hanno bissato il successo conquistato la domenica precedente nella gara di Canosa. A fare da preludio, invece, la sei ore di San Giuseppe, corsa il sabato, valevole per il Grand Prix IUTA. A rimanere impressi nella mente di chi ha vissuto la corsa, però, la partecipazione di tanti appassionati, bambini, genitori con passeggini e camminatori con cani al seguito, con un serpentone di 5000 partecipanti di tutte le età che hanno colorato le strade di Putignano. Dopo l’abbuffata di zeppole la corsa, San Giuseppe nella città del carnevale è vestito da sportivo.

Atletica leggera | Iniziato il CorriPuglia 2019, in 1.200 a Canosa

Le vie di Canosa a far da contesto, le temperature primaverili ad allietare la giornata. Erano in 1200 alla XXII Diomediade - Memorial Peppuccio Matarrese, gara di corsa valida per la prima prova del Campionato Corripuglia 2019 e Campionato Regionale di 10 km su strada. 1100 tesserati e 100 liberi per onorare la memoria di Peppuccio Matarrese, storico atleta della Pro Canosa e promotore della disciplina nella città della Bat. A spuntarla sono stati Francesco Quarato tra gli uomini e Francesca De Sanctis tra le donne. Il primo, tesserato per il Team Pianeta Sport Massafra, ha preceduto con il tempo di 32’38” Cosimo Damiano Albanese dell’Atletica Crispiano e Giuliano Antonio Gaeta della Montedoro Noci. La seconda, atleta della Casone Noceto, ha chiuso il percorso cittadino in 40’21”, davanti a Damiana Monfreda dell’Amatori Acquaviva e Daniela Tropiano dell’Atletica Monopoli. A far da contorno alla manifestazione la camminata di 3 kmn aperta a tutti demonità la corsa di Giò, ideata dalla dottorressa Raffaella Dianora con il patrocinio di Fidal Puglia per ricordare un ragazzo scomparso l’anno scorso e aprire questo sport a tutti, con lo spirito di camminare o correre con una funzione sociale e inclusiva. Prossima tappa del Corripuglia la “Marcialonga di San Giuseppe” prevista per domenica 24 marzo a Putignano.